cocktail aperitivi
Cocktail aperitivi, quali sono i più richiesti? L’aperitivo è un momento magico, irrinunciabile, da condividere con gli amici in qualsiasi stagione o periodo dell’anno. Bicchiere in mano, appetizer e tartine sorseggiando il drink preferito. Ma quali sono i cocktail aperitivi più richiesti? Scopriamolo!

Lo Spritz è sicuramente un must per tutti gli amanti dei cocktail aperitivi leggeri. Le origini dello Spritz sono da ricondurre all’abitudine dei soldati dell’Impero austriaco di stemperare l’elevata gradazione alcolica dei vini veneti con seltz o acqua frizzante; il nome Spritz deriva dal verbo tedesco “spritzen” che significa appunto spruzzare.
La ricetta è molto semplice: prendete un bicchiere da vino, mettete del ghiaccio e senza stare a disquisire troppo su quantità e proporzioni, versate 1/3 di Aperol o Campari, 1/3 di prosecco e 1/3 seltz o soda (acqua molto gassata). Decorare con una fetta di arancia e servire. Potete provarlo anche con il Cynar al posto dell’Aperol.

Altro cocktail aperitivo molto leggero e facile da preparare è l’Aperol Tass o Apertass un semplice mix di Aperol e Cedrata Tassoni da versare in un bicchiere grande con ghiaccio. Decorare con fetta di arancia e servire.

Se siete stanchi del solito Spritz e dei cocktail a base di Aperol potete provare l’Hugo, un aperitivo leggermente alcoolico a base di prosecco, sciroppo di fiori di sambuco (o di melissa), seltz (o acqua gassata) e foglie di menta. Anche in questo caso la preparazione è molto semplice: prendete un bicchiere da vivo, mettete del ghiaccio e versate i seguenti ingredienti: prosecco (40%), seltz o acqua molto gassata (40%),  sciroppo di fiori di sambuco (20%). Decorare con foglie di menta e servire.

Se vogliamo rimanere tra i classici dei cocktail aperitivi non possiamo non menzionare l’Americano. Si prepara in un bicchiere basso con ghiaccio versando metà bitter Campari, metà vermouth rosso ed una spruzzata di soda o acqua molto gassata. Decorare il drink con una fetta di arancia ed una scorza di limone.

Se desiderate un Americano leggermente più alcolico potreste provare il Milano-Torino. La ricetta è praticamente uguale a quella dell’Americano, ma dovete usare rigorosamente Punt e Mes come vermouth rosso, non mettere la soda e limitarvi a decorarlo con una scorza di limone o arancia.

Rimanendo sempre tra i classici, ma alzando leggermente l’asticella alcolica ecco a voi il Negroni. Si prepara in un bicchiere basso con ghiaccio versando 1/3 bitter Campari, 1/3 vermouth rosso e 1/3 di gin. Decorare il drink con una fetta di arancia. Sulla falsa riga del Negroni il Negroni “Sbagliato” con il prosecco al posto del gin e il Negroski con la vodka al posto del gin.

Tra i cocktail apertivi il titolo di evergreen lo possiamo senza dubbio assegnare al Mojito, il cocktail reso celebre Ernest Hemingway che era solito berlo alla Bodeguita del Medio (Cuba).
Preparazione: in un bicchiere da long drink mettete 8/10 foglie di menta, 2/3 cucchiaini di zucchero di canna (possibilmente bianco), il succo di 1/2 lime e una spruzzata di soda o acqua gassata; servendovi di un pestello schiacciate delicatamente le foglie di menta in modo che sprigionino i propri aromi. Riempite il bicchiere di ghiaccio (a cubetti o tritato), versate il rum (5 cl) e un’altra spruzzata di acqua gassata (o soda); mescolate e servite decorando con un rametto di menta.

Sempre modaiolo il Moscow Mule il cocktail servito nell’ormai iconica tazza di rame (in alternativa utilizzate un bicchiere da long drink) con tanto ghiaccio, versando il succo di 1/2 lime, 5 cl di vodka e ginger beer, la bevanda gassata dal forte sapore di zenzero. Il Moscow Mule va guarnito con uno spicchio di lime anche se molti bartender aggiungono anche una fettina di cetriolo e un rametto di menta. Se volete preparare un London Mule sostituite la vodka con il gin.

Se invece volete preparare un aperitivo very strong la scelta è obbligata: Martini Cocktail.
Tanto gin e un vago, remoto sentore di vermouth. Servito in una coppa ghiacciata e decorato con oliva o un twist di limone. Inutile descriverne la preparazione, chi lo ama sa anche come prepararlo e soprattutto come prepararselo perchè il Martini è un cocktail dalle infinite sfaccettature, sfumature, interpretazioni.

Potete approfondire le conoscenze sul mondo dei cocktail e sulla professione del barman e della barlady con un corso ad hoc come il corso da Barman e Barlady proposto dalla FPU Barman Academy.

ULTIME DAL BLOG

17Set 2019
sbornia

Probabilmente è capitato a tutti, di avere trascorso “una notte da leoni” come nel celebre film e di avere avuto a che fare con i conseguenti postumi post sbornia quali mal di testa, stanchezza, nausea e tanta tanta sete. Ad alcuni di noi capita raramente, magari in occasioni speciali, ad altri invece un po’ più […]

13Set 2019
Pirlo

Se vi trovate in quel di Brescia e avete l’irrefrenabile voglia di “farvi” un aperitivo, la parola d’ordine è Pirlo. Tranquilli, non è una parolaccia, ma il cocktail simbolo della città, un immancabile componente delle serate bresciane. Il nome Pirlo, non ha nulla a che vedere con il calciatore, tra l’altro bresciano, ma deriva dal […]

10Set 2019
birra

La birra è una bevanda dissetante, poco alcolica, composta dal 93% di acqua e prodotta con ingredienti naturali e sani quali malto, luppolo e lievito. Cosa c’è di meglio di una bella birra ghiacciata per dissetarsi, soprattutto in quelle torride giornate d’estate? Da oggi c’è ancora più gusto perché alcuni studi sostengono che faccia anche […]

06Set 2019
Acqua frizzante

Tutti i medici e nutrizionisti ci dicono di bere due litri di acqua al giorno, ma quale bere, quella frizzante o quella naturale? E soprattutto, l’acqua frizzante fa ingrassare? Fa male? Aiuta a digerire? È più dissetante? Cerchiamo di fare un pò di chiarezza. Innanzitutto l’acqua frizzante può essere effervescente naturale, quando l’anidride carbonica è […]

04Set 2019
Chef Robot

Di Robot Bartender ne abbiamo già parlato: nel 2016 hanno fatto la loro apparizione a bordo delle navi della flotta Royal Caribbean International. Nel 2018 a Torino è stata la volta del Robot Barman “Nino” il protagonista indiscusso dell’estate ai Murazzi. Poi, all’inizio del 2019, è arrivato Guido, un vero e proprio Robot Barman itinerante […]

02Set 2019
Birra interplanetaria

Birra interplanetaria, la Interplanetary Ale l’ultima frontiera della birra. La birra è sicuramente una delle bevande più consumate al mondo. Ne esistono tantissime tipologie e varietà, ognuna delle quali con le proprie caratteristiche. Le variabili sono molteplici, possono variare le tipologie e le quantità dei cereali utilizzati, i processi e le temperatura di tostatura, le […]

29Ago 2019
Noccioline

Quante volte in un bar, sorseggiando un cocktail durante l’aperitivo, abbiamo allungato le mani per afferrare e sgranocchiare qualche salatino, mandorle, arachidi, noccioline, pistacchi e olive? Gli stuzzichini sono ormai una componente indispensabile e imprescindibile dall’aperitivo e che si tratti o meno di una pratica studiata per aumentare la sete dei clienti, una cosa è […]

10Ago 2019
Sangria

La sangria è la bevanda spagnola per antonomasia, il cui nome deriva dal termine spagnolo “sangre” (“sangue”), dovuto al colore rosso rubino anche se esiste una Sangria meno “sanguigna”, chiamata Sangria Blanca a base di spumante o vino bianco molto diffusa in Catalogna. Una bevanda tipicamente estiva, rinfrescante a base di vino, spezie e frutta […]

09Ago 2019
Atomik

Atomik la vodka prodotta nella zona di esclusione di Chernobyl, il primo prodotto di consumo proveniente dall’area abbandonata attorno alla centrale nucleare danneggiata. “La nostra idea era di usare la segale per creare uno spirito”, dice il professor Jim Smith a capo di un team di ricercatori dell’Università inglese di Portsmouth, nel Regno Unito, che […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi