whisky giapponese

whisky giapponese

Il whisky giapponese è diventato un fenomeno globale, tuttavia alcuni di quelli che si definiscono “whisky giapponese” in realtà non lo sono e non sono nemmeno whisky.

Inizialmente ci fu la rimozione delle dichiarazioni di età dalla gamma di Nikka, successivamente il recente ritiro di Hakushu di 12 anni e di Hibiki 17 in seguito alla mancanza di scorte di whisky maturo.

L’industria nazionale giapponese è andata in grave declino a metà degli anni ’80.

Paradossalmente nuovi marchi giapponesi di distillatori e imbottigliatori precedentemente sconosciuti sono apparsi sul mercato.

Il perchè di questo paradosso sta nelle regolamentazioni un po’ blande del Giappone sul whisky, che consente alle miscele di whisky importato e domestico di essere vendute come “giapponesi” e consente di utilizzare il “whisky” come termine per uno spirito prodotto con il 10% di whisky miscelato con qualsiasi spirito neutrale. Sebbene questo spirito non possa essere esportato, i produttori possono imbottigliare lo spirito importato al 100% e venderlo globalmente come “giapponese”.

In un’altra scappatoia, il riso invecchiato e il shochu d’orzo distillati in alambicchi di acciaio inossidabile possono essere legalmente venduti come “whisky” nel mercato statunitense. Ironia della sorte, questo sarebbe illegale in Giappone e nell’Unione europea perché il shochu (come il sake) usa il koji per convertire gli amidi in zuccheri. Negli Stati Uniti, tuttavia, il shochu può essere etichettato come whisky purché sia ​​a base di cereali e maturato in rovere.

“La realtà è che non esiste una chiara definizione di whiskey giapponese applicabile a tutti i paesi e il significato di questa parola è quindi diventato piuttosto ampio e vago”. La situazione che vediamo oggi è l’aumento di molti produttori che stanno cercando di trovare una scappatoia per trarre beneficio dalla richiesta da parte dei consumatori di whisky giapponese. Pensiamo che questo sia molto dannoso per la categoria” ha affermato Emiko Kaji, responsabile dello sviluppo del business internazionale di whisky presso l’azienda Nikka.

Stefan Van Eycken, editore di Nonjatta (www.nonjatta.com), la principale risorsa online su whisky giapponese ritiene che l’emergere di nuovi marchi non sia un problema in Giappone, ma crede che possa potenzialmente danneggiare l’immagine del whisky giapponese all’estero.

“Non passa una settimana senza che gente del settore da qualche parte in tutto il mondo mi chieda di certi” whisky giapponesi “che i distributori offrono loro in vendita”, ha affermato. Anche loro stanno avendo difficoltà a distinguere tra ciò che potremmo classificare come vero whisky giapponese e questi whisky “bastardi”.”

Mentre nessuno dei nuovi marchi sta tecnicamente facendo qualcosa di illegale, tutti i principali e affermati produttori concordano sul fatto che i consumatori sono confusi e, nel peggiore dei casi, vengono ingannati.

Concordano anche sul fatto che ciò avrà un effetto dannoso sull’immagine del whisky giapponese, un punto sollevato da Yumi Yoshikawa ambasciatore del marchio Venture Whiskey Ltd., la società fondata dal creatore di Chichibu Ichiro Akuto .

Dopo aver affinato il suo interesse per il whisky in Giappone e dietro al bar dell’Highlander Pub a Speyside, Yumi ha continuato a lavorare per promuovere i whisky dal suo paese d’origine. “Pensiamo che questi nuovi marchi potrebbero danneggiare il buon nome del whisky giapponese”, afferma. ‘Siamo davvero preoccupati per la confusione che si traduce in una perdita della credibilità della categoria.’

Mentre esiste un consenso tra i produttori affermati sul fatto che la situazione attuale sia potenzialmente dannosa, la situazione non può cambiare a causa della mancanza di regolamenti. Tutti concordano sulla necessità di una definizione completa del whisky giapponese e di un nuovo quadro normativo.

Il Master Blender di Suntory, Shinji Fukuyo, dice “pensiamo fondamentalmente che il termine” whisky giapponese “debba essere applicato a uno spirito invecchiato che è stato prodotto solo in Giappone”.

Van Eycken non è ottimista sulla rapida risoluzione del problema. “Ci sono troppi produttori là fuori con un interesse personale a non avere questi regolamenti”, dice.

Se la situazione attuale non viene risolta rapidamente, continuerà ad apparire un numero crescente di whisky surrogati e l’immagine di qualità del whisky giapponese creata con cura potrebbe essere irreparabilmente danneggiata.

ULTIME DAL BLOG

23Apr 2019
giro del mondo in 10 cocktail

Giro del mondo… Chi non sogna di farlo almeno una volta nella vita? Scoprire posti inesplorati, conoscere nuove culture, inebriarsi con nuovi sapori. Si perchè, si sa, ogni paese ha le proprie peculiarità che lo caratterizzano e lo rendono speciale cia agli occhi di chi ci vive che a quelli di chi lo visita. Spesso […]

17Apr 2019
birra heineken

Birra Heineken in edizione limitata: ogni bottiglia è unica! A Milano Design Week Heineken ha mostrato al pubblico le nuove etichette, tutte una diversa dall’altra. Tutte uniche! Come è possibilie? Grazie a uno speciale algoritmo in grado di far ‘danzare’ le etichette disegnate in precedenza al ritmo dell’inno della Uefa Championship League. Ad aprile e […]

16Apr 2019
baccano roma ristorante e bistrò

Il Baccano, ristorante, cocktail bar e bistrò che sorge nel cuore di Roma, a due passi dalla Fontana di Trevi, presenterà presto la sua nuova drink list. Un modo per rinnovarsi e guardare al futuro, ispirandosi però al XX secolo. La nuova drink list verrà presentata ufficialmente il 15 aprile e resterà in vigore fino […]

11Apr 2019
cocktail preparazione

Cocktail a casa, come preparare drink come un vero bartender per stupire i tuoi ospiti! L’home bartending è ormai una moda consolidata. Diventare un vero professionista del settore richiede un corso barman serio e professionale ma, ogni tanto, è possibile cimentarsi anche a casa. Cocktail, dalla ricetta alla realizzazione Per chi vuole sperimentare e cimentarsi […]

09Apr 2019
cocktail salato

Cocktail salato, la nuova tendenza dell’estate! Sembra un’azzardo ma in realtà sarà uno dei cocktail più in voga. Si tratta di drink a base salina realizzati con alghe marine, salamoia, alga kombu e… cipolle marinate! Cocktail salato, il nuovo trend Sìete più modaioli della Ferragni? Non potete proprio rinunciare a distinguervi? Le scelte ripetitive e […]

04Apr 2019
cocktail alcolici ai minori e normativa

Cocktail alcolici: sono entrate in vigore le nuove norme sulla somministrazione di alcolici e sono stati introdotti precisi limiti di orario ed età. E’ bene conoscerle, per responsabilità innanzitutto. Ed anche perchè le sanzioni possono essere davvero pesanti. Se poi sono coinvolti minori di 16 anni si rrischia addirittura l’arresto. Cocktail alcolici e limiti di […]

01Apr 2019
nio cocktails

Nio Cocktails, i drink da gustare ovunque vuoi! Se c’è un dato di fatto nel mondo del beverage, è proprio che il consumo di cocktail è in costante crescita e sempre più apprezzato. Questa nuova consapevolezza nella cultura beverage ha permesso al mercato di ampliarsi con nuove forme e possibilità che ormai vanno oltre i […]

28Mar 2019
scegliere una scuola accreditata

Scuola barman accreditata: garanzia e qualità. Siamo convinti che la formazione sia fondamentale e alla base del successo professionale in ogni ambito lavorativo. Ecco perchè è necessario scegliere attentamente a chi affidare la propria formazione professionale, ma oggigiorno non è così semplice come poteva esserlo 20 anni fa, quando a Roma c’erano soltanto due o […]

25Mar 2019
cocktail 2019 i nuovi trend

Cocktail 2019, tutte le tendenze. Quali saranno i cocktail da scorpire, o riscoprire, nel 2019? Tra conferme ormai assodate e qualche sorpesa, ecco i cocktail più trendy del 2019. Il primo dato interessante che rigurdante le tendenze del bere misceltao è dato proprio dalla costante crescita del mercato negli ultimi anni. Sono sempre di più […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi