Jerry Thomas Il manuale del vero gaudente

Jerry Thomas, il manuale del vero gaudente, ovvero il grande libro dei drink è finalmente uscito in edizione tascabile, edito da Feltrinelli. Per una cifra davvero alla portata di tutti potrete portarvi a casa quello che può davvero essere considerato la Bibbia dei drink.

Non c’è barman al mondo che non abbia studiato con passione su questo libro. Una raccolta di ricette classiche che hanno, a loro volta ispirato la creazione di nuovi e più moderni cocktail. Nel corso degli anni, infatti, ci sono stati inevitabili aggiustamenti. Ingredienti ed equilibri si sono adattati ai gusti moderni. Ma nonostante tutto è rimasto ancora vivo lo spirito di Thomas: ‟Un drink eccellente lo si cava solo da materiali eccellenti”. Attenzione per gli ingredienti che trova la sua naturale origine nell’amore e nella passione per il bere miscelato.
Con la competenza del chimico, del farmacista e del produttore di alcolici, lo svizzero Christian Schultz aggiunge poi altre ricette per la confezione di liquori, cordiali e sciroppi e due postfazioni: Roberto Mussapi ci mette la letteratura o, per meglio dire, la poesia. Allan Bay, la riflessione storica sulla ‟Bibbia” di Thomas. Un’esegesi di tutto rispetto!

Facendo un paragone azzardato ma decisamente consono, potrebbe essere considerato come l ‘antico testamento per tutti i mixologist o futuri tali. Questo libro fornisce una visione ad ampio spettro di quello che era il mondo dei drink agli albori della propria storia. Non è un manuale per tutti, solo chi è veramente appassionato potrà apprezzarne le ricette e i commenti all’interno.
Per chi inizia ad addentrarsi nel mondo dei drink, questo libro deve essere studiato come si studia l’antica Roma.

Jerry Thomas

Jerry Thomas fu un celebre barman all’Hotel Metropolitan di New York e alla Planter’s House di Saint Louis. Nacque in Connecticut nel 1825 ma fu a San Francisco che diede prima mostra del suo genio creativo dietro al bancone. Qui aprì un bar all’interno del Continental Hotel dove inventò – o quantomeno tradusse per iscritto – la gran parte dei cocktail moderni, prima di trasferirsi a New York e diventare il celeberrimo gestore del Metropolitan e del Gotham.

Nel 1887 scrisse quello che divenne il suo libro più famoso: il  Jerry Thomas’ Bar-tender’s guide or how to mix drinks. In questa che in realtà era la seconda edizione del libroin appendice alle 236 ricette di cocktail del Professore, trovava posto anche il Manuale per la preparazione di liquori, cordiali e sciroppi del Prof. Christian Schultz, esperto chimico e distillatore.

The Jerry Thomas è il frutto di decenni di appassionate sperimentazioni e riesce nell’arduo intento di porre le basi per il bartending moderno. Puntando tutto sulla qualità, in aperta opposizione con la prassi fino ad allora, Jerry Thomas creò un vero e proprio “sistema” di disposizione mentale, strumenti ed ingredienti dal quale dopo un secolo e mezzo è ancora impossibile prescindere.
E’ assodato che molte ricette non vanno più incontro al gusto moderno e anche molti ingredienti sono ormai introvabili. Ma ciò che rimane contemporaneo e non lo relega nell’angolo dei libri anacronistici e superati, è lo spirito appassionato e la ricchezza di spunti in grado di ispirare nuovi cocktail. Per usare le parole di Allan Bay, scritte nella sua postfazione al volume:

“Certo, solo chi è un fan del rigore filologico rifarebbe un cocktail di Thomas così come lui l’ha scritto, anche se di molti si può fare, ma se si vuol costruire un nuovo sistema di cocktail è sempre da Thomas che bisogna partire.”

E comunque, aldilà del reale utilizzo che se ne possa fare e aldilà del piacere che si possa trovare nella lettura di un libro di ricette, Il manuale del vero gaudente è un libro che non può mancare sugli scaffali di un vero amante del bere in compagnia.

Jerry Thomas, il manuale del vero gaudente: informazioni utili

Casa Editrice: Feltrinelli

Data d’uscita: Aprile, 2018
Collana: Universale Economica
Pagine: 336
Prezzo: 12,00€
ISBN: 9788807890765Genere: Tascabili
Traduttore: Patricia Roaldi De Micheli

ULTIME DAL BLOG

17Giu 2019
Quinta da Pacheca

Vacanze alternative? Ecco la soluzione che fa per voi! Non avete ancora prenotato per le vacanze estive e siete alla ricerca di qualcosa alternativo? Dormire in una grande botte di vino, circondato da un vigneto potrebbe essere la soluzione che fa per voi. Tra le rinomate colline del prosecco, a Vittorio Veneto, a pochi chilometri […]

15Giu 2019
midori

Midori…o si odia o si ama! Nell’era della mixology, per un bartender avere una bottiglia di Midori nella bottigliera alle proprie spalle o nello speed rack, non è sicuramente motivo di vanto. Un segno indelebile degli anni ’80 e ’90 quando i cocktail avevano e colori sgargianti! Gli stessi anni in cui Tom Cruise interpretava, […]

12Giu 2019
pub per nudisti

Pub per nudisti? Bere una birra completamente nudi e vivere un’esperienza fuori dal comune? A Londra è possibile. Il The Coach and Horses uno dei più antichi pub di Londra ha ottenuto la licenza per il nudismo ed ora entrando nel locale, si potranno togliere tutti i vestiti, senza limitarsi solo al cappotto… Lo stravagante proprietario […]

10Giu 2019
bio-bottle

Bio Bottle Sant’Anna è la prima bottiglia al mondo prodotta con PLA, un particolare polimero che si ricava dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nelle piante, biodegradabile al 100%, che in soli 80 giorni torna semplicemente a far parte della natura, come certifica la conformità alla norma EN13432. Inoltre questa innovativa bioplastica ottenuta da materie prime […]

06Giu 2019
anni 90

Anni 90: i cocktail che hanno segnato un’epoca. Oggigiorno, viviamo in un particolare momento storico segnato dall’avvento della mixology, dove molto spesso il cliente ne sa più del bartender e giustamente si lamenta se non c’è la giusta dose di ogni ingrediente nel cocktail. Facciamo i “fighi” chiedendo un Moscow Mule con lo zenzero fresco, […]

03Giu 2019
mipig cafè

Mipig Cafè: a Tokyo, il tè e il caffè si sorseggia coccolando piccoli maialini. Una volta c’erano i neko cafè, ovvero i locali all’interno dei quali i gatti potevano scorrazzare liberamente e prendersi le coccole dei clienti. Questa moda, divenuta famosa anche in Europa, era stata lanciata in Giappone che attualmente pullula di bar in […]

01Giu 2019

Canù è la prima cannuccia di pasta biologica, senza glutine, fatta di mais e riso, biodegradabile e soprattutto commestibile. Dal 2021, finalmente, la plastica monouso non esisterà più e molte aziende stanno lavorando per trovare soluzioni alternative. A concepire una soluzione alternativa per le cannucce ci ha pensato la Cooperativa Campo, azienda di Fossombrone nelle Marche nata nel […]

28Mag 2019
Sea-Breeze

Sea Breeze, un cocktail estivo, un long drink leggero a base di vodka, succo di cranberry e pompelmo fresco, facile da preparare e da bere. Ricetta 4 cl | 1 ¼ oz vodka 9 cl | 3 oz succo di cranberry 3 cl | 1 oz succo di pompelmo Preparazione Versare gli ingredienti in un […]

24Mag 2019
Jägermeister Slayer

Jägermeister Slayer la limited edition per celebrare l’ultimo tour della band statunitense. Jägermeister lancia una bottiglia in edizione limitata in onore degli Slayer per il loro ultimo tour e della loro prossima esibizione al Download Festival UK, il 16 giugno. Il liquore amaro tedesco, nasce dall’infusione di 56 varietà di pregiate erbe, radici, frutti e […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi