throwing

Il throwing è una tecnica di miscelazione che negli ultimi anni ha trovato larghi consensi tra i bartender di tutto il mondo, ma che ha origini molto antiche. Le popolazioni asiatiche la utilizzavano e la utilizzano ancora oggi per raffreddare il tè caldo.

Anche in Spagna, questa tecnica era conosciuta ed utilizzata nel rituale del “venenciar del vino de Jerez”: la” venencia” è un piccolo contenitore cilindrico collegato ad una lunga e sottile asta metallica che viene introdotta all’interno della botte di sherry per estrarne una parte di liquido destinata all’assaggio. La versata si esegue distanziando il bicchiere dalla “venencia” e lasciandovi cadere dentro il liquido in modo che il liquido si ossigeni maggiormente e sviluppi i suoi aromi, odori e sapori.

venenciar del vino de Jerez

Per fare il throwing si utilizzano un mixing tin, un half tin ed uno strainer (julep oppure hawthorne ).
Si versano tutti gli ingredienti all’interno del mixing tin, si inserisce il ghiaccio e poi lo strainer per evitare che il ghiaccio durante l’esecuzione del throwing cada. A questo punto, si versa il drink dal mixing tin all’interno dell’half tin. Quando il liquido inizia a scendere per rendere la tecnica più scenografica è necessario allontanare i due tin per creare una sorta di effetto “cascata”. Una volta che tutto il drink è stato versato all’interno dell’half tin, questo deve essere subito versato nel mixing tin per ripetere l’operazione dall’inizio.

Quante volte deve essere ripetuta questa sequenza?
Il numero di passaggi da effettuare è a discrezione del bartender, tuttavia tutti i bartenders sono d’accordo sul fatto che 4/5 passaggi sono più che sufficienti.

Il throwing è una tecnica di miscelazione fondamentale e indispensabile nel lavoro del bartender?
Assolutamente no! Ne abbiamo fatto a meno per tanti anni e potremmo tranquillamente “sopravvivere” anche senza.
Il motivo per cui questa tecnica è tornata prepotentemente di moda, è semplice…fare il throwing è una figata e fa molto figo! Non affannatevi a voler trovare a tutti i costi motivazioni ancestrali per giustificarne l’uso e spesso abuso.

Da un punto di vista tecnico il motivo per cui si dovrebbe utilizzare questa tecnica è quello di modificare la consistenza o texture, ma il throwing non è paragonabile alla shakerata. C’è chi sostiene sia una tecnica di miscelazione da collocare tra quella “Shake & Strain e quella “Stir & Stain”. 

Io personalmente credo che il throwing sia divertente da fare e piacevole da vedere, ma da un punto di vista tecnico inutile se non in rarissime eccezioni. Inutile perchè se devo fare e dare spettacolo faccio flair!

Sono dell’idea che in miscelazione, si possa fare tutto ed il contrario di tutto se il risultato finale è apprezzabile. La cosa bella del lavoro del bartender è proprio legata alla possibilità di dare spazio alla propria creatività e alla possibilità di re-interpretare le ricette in chiave personale. Per cui se volete usare il throwing per fare un Negroni o il Boulevardier, fate pure…ma ripeto: non affannatevi a voler trovare a tutti i costi motivazioni chimiche, fisiche, matematiche per giustificare l’uso e abuso ti tale tecnica.

Se vuoi approfondire le conoscenze sul mondo dei cocktail e sulla professione del barman e della barlady, FPU Barman Academy ente di formazione accreditato dalla Regione Lazio, propone un corso ad hoc: il corso da Barman e Barlady.

ULTIME DAL BLOG

19Nov 2019
japanese ice tea

Japanese Ice Tea, una variante dal sapore orientale del Long Island Iced Tea. Si tratta di un cocktail appartenente alla tipologia Long Drink ideato negli 70 dello scorso secolo da Bob “Rosebud” Butt a Long Island. Se il Long Island, cocktail da cui prende ispirazione, ebbe una fama immediata e venne inserito nella lista ufficiale dei cocktail IBA del 2011, il Japanese […]

15Nov 2019
rosso bar a roma

Rosso ristorante, un locale completo consigliato per colazione, pranzo, cena o aperitivo a Roma. La capitale si tinge di rosso per offrire uno dei locali particolari a Roma tra i più interessanti. Il rosso diventa fonte di ispirazione e, da colore simbolo di amore e passione, con la sua forza e costanza diventa la base […]

13Nov 2019
caffè americano

Il caffè americano è una bevanda piuttosto controversa, sono infatti pochi a sapere la reale differenza tra il caffè americano e il caffè all’americana. Senza troppi tecnicismi possiamo distinguere: Il caffè americano. Ha una preparazione simile a quella dell’espresso ma viene allungato con acqua bollente. Caffè all’americana o caffè filtro. Preparato con l’apposita macchinetta per caffè […]

24Ott 2019

Iscriviti a un corso barman e potresti volare alle Canarie Un corso barman potrebbe essere quel che ti permette di volare alle Canarie, grazie a Talisker. Il noto marchio di whisky di recente ha lanciato una competizione internazionale. Per farlo ha scelto come canale privilegiato la propria pagina Instagram, per riuscire ad attirare il maggior […]

22Ott 2019
nottingham forest

Il Nottingham Forest si trova a Milano, in viale Piave n° 1, senza dubbio uno dei locali più famosi in Italia, tra i migliori cocktail bar al mondo, un vero e proprio punto di riferimento per gli amanti del bere miscelato che sono alla ricerca di qualcosa di nuovo, ma anche per molti barman e addetti ai […]

15Ott 2019
Capsule di whisky

Durante la London Cocktail Week è stata presentata l’edizione limitata “The Capsule Collection”, una gamma di cocktail a base di whisky serviti in capsule di 23 ml (un involucro di estratto di alghe completamente biodegradabile) nata dalla collaborazione tra The Glenlivet e  il barman Alex Kratena. The Glenlivet è il primo marchio di alcolici al mondo a collaborare […]

09Ott 2019
Mezcal

Mezcal significa agave cotto, è una delle bevande più antiche del Messico, le cui origini sono ancora piuttosto incerte. Due le teorie più accreditate sulla nascita del distillato: la prima fa risalire la bevanda all’arrivo degli spagnoli e all’introduzione di tecniche europee di distillazione; la seconda, sostenuta dagli ambienti universitari in Messico, riconduce le origini […]

07Ott 2019
the world's 50 best bars 2019

The World’s 50 Best Bars 2019 Il 3 ottobre 2019 a Londra si è tenuta l’annuale premiazione dei The World’s 50 Best Bars. The World’s 50 Best Bar 2019 Dante, New York Connaught Bar, Londra Floreria Atlantico, Buenos Aires The Nomad, New York American Bar, Londra The Clumsies, Atene Attaboy, New York Atlas, Singapore The […]

24Set 2019
Aprire un locale

Aprire un locale è senza dubbio il sogno proibito di molti barman, bartender e non solo. Vuoi sapere come fare ad aprire un locale di successo? Ecco qualche consiglio che potrebbe esserti molto utile. La prima cosa da definire, quando si vuole aprire un locale, è il format perchè il temine “locale” è molto generico […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi