st. james bartender society

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo

Corso Professionale Certificato. Attestato Riconosciuto. Scuola Accreditata dalla Regione Lazio. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.

St. james bartender society arriva in Italia con una competizione dal tema “Green street art”. Mancano pochi giorni alla chiusura delle iscrizioni  e, se desideri metterti in gioco, devi affrettarti; il termine per l’iscrizione è infatti fissato per il prossimo 31 marzo. Il contest è davvero stimolante e sfida i bartender partecipanti a sfidarsi nella creazione di ricette originali a base del celebre rhum agricole della Martinica, importato e distribuito in Italia da Velier.

Molto interessante anche il premio messo in palio: un viaggio in Martinica per due persone!
Preparando una ricetta unica con il Rhum Agricole St. James, avrai la possibilità di andare alla finale che si terrà in aprile a Milano. Il vincitore italiano avrà il privilegio di partecipare alla finale europea che si svolgerà il 28 e il 29 a Parigi, dove si confronterà con i campioni di Francia, Grecia, Cipro, Belgio, Paesi Bassi, Repubblica Ceca, Libano e Vietnam.

St James Bartender Society: il regolamento

Come partecipare alla competizione St. James Bartender Society?
Per poter partecipare devi inviare la tua ricetta (entro il 31 marzo 2018) all’indirizzo e mail deborahmarengo@velier.it.  La ricetta presentata deve essere ispirata al tema Green street art: la street art incontra le aree green della città in una perfetta fusione tra arte della miscelazione, arte di strada e rispetto della natura. Oltre al tema, anche gli ingredienti utilizzati dovranno essere scelti tenendo a mente il criterio della sostenibilità. A questo punto, ti basterà attendere col fiato sospeso fino ai primi giorni di aprile, quando tra tutte le ricette, valutate da Venier, verranno selezionate le migliori dieci che accederanno alla finale italiana che si svolgerà il 12 aprile a Milano presso la Santeria Social Club.
Il vincitore assoluto avrà la possibilità di  competere nella finale europea. Potrà volare a Parigi il 28 & 29 Maggio e confrontarsi così con tutti gli altri finalisti cercando di aggiudicarsi il viaggio per due in Martinica. Ma non si tratterà solamente di un viaggio di piacere: durante la vacanza premio il vincitore avrà la possibilità di incontrare il Master Distillery Marc Sassier presso la mitica distilleria di St. James.
St. James Bartender Society
 

St James Bartender Society: la valutazione dei finalisti 

Fusione tra arte di strada e sostenibilità green: Le ricette ricevute verranno selezionate da Velier per assicurarsi che i drink presentati rispettino i criteri del tema assegnato dalla competizione: GREEN STREET ART che ambisce alla perfetta fusione tra arte di strada e totale rispetto della natura.
Selezione degli ingredienti: Un altro aspetto fondamentale per poter essere presi in considerazione coinvolge gli ingredienti da utilizzare. E’ espressamente richiesto che si faccia un’attenta selezione che dia il giusto peso alla sostenibilità degli ingredienti utilizzati.
Richiesto l’inglese o il francese: Il finalisti dovranno saper parlare inglese o francese, pena l’esclusione.
Preparazione: Una volta inviata la ricetta, tutti coloro che verranno selezionati per la semi finale, dovranno prepararla nuovamente, dal vivo, di fronte alla giuria giudicante.

St James Bartender Society: alcune informazioni tecniche

I cocktail dovranno essere long, short o medium (no shot), almeno 9 cl di capacità e si dovrà utilizzare uno dei Rhum Agricole della gamma St. James come ingrediente principale (Fleur De Canne Bianco, Fleur De Canne Vieux, Vieux e Vieux 1765).
I succhi: E’ richiesto l’utilizzo di almeno 2 cl di succo di frutta Caraibos. Non è ammesso l’utilizzo di altri succhi.
Gli ingredienti: E’ preferibile utilizzare erbe fresche o essiccate nelle creazione del cocktail. Non sono invece permessi ingredienti “home made” come bitters, salse, puree, composte, confetture o infusioni se preparati prima del giorno della competizione.
Le ricette: Le ricette dovranno rigorosamente essere originali ed inedite.
Le capacità: Dovranno essere espresse in cl. Fanno eccezione i bitters o simili che potranno essere espressi in dashes, drops, o gocce;
Preparazione durante la finale: I cocktail dovranno essere preparati di fronte alla giuria con tecnica libera. Il tempo a disposizione per la preparazione è di 7 minuti.  I concorrenti dovranno portare la propria attrezzatura. I i cocktail potranno essere presentati in bicchieri di qualsiasi forma e potranno essere portati dai concorrenti stessi. In alternativa si potranno utilizzare quelli standard messi a disposizione dall’organizzazione. Ogni concorrente dovrà preparare il proprio cocktail davanti alla giuria. Oltre alla preparazione dovrà anche descrivere la preparazione e rispondere ad eventuali domande da parte dei giurati. Non è prevista l’assegnazione di punteggio per la tecnica. Non sono ammessi appetizer o piatti di accompagnamento al drink stesso.
Decorazioni: Le decorazioni dovranno essere commestibili e in linea con il tema della competition: “GREEN STREET ART” I concorrenti avranno a disposizione 15 minuti per la preparazione delle decorazioni stesse prima di salire in pedana.

St James Bartender Society: il punteggio

Verranno assegnati punteggi diversi per ogni aspetto della preparazione e presentazione del cocktail.

  • Nome del cocktail 1/10  Il nome del cocktail deve essere semplice ma allo stesso tempo di impatto e avvincente.
  • Gusto e aroma 1/30 Il cocktail deve essere ben bilanciato e piacevole al palato.
  • Semplicità 1/10 Il drink deve essere facilmente replicabile, sia dal punto di vista degli ingredienti che nella realizzazione ( non sono ammesse tecniche sperimentali/molecolari )
  • Originalità 1/10 Il concorrente deve presentare un cocktail di sua creazione che abbia una forte identità e caratterizzazione.
  • Aspetto 1/20 L’aspetto finale del drink deve essere attraente, piacevole e invogliante. La decorazione non sarà giudicata fine a se stessa ma nell’insieme generale, si raccomandano quindi decorazioni semplici, non “monumentali”, e in proporzione al bicchiere che verrà impiegato.
  • Presentazione 1/20 Alla fine della preparazione il cocktail verrà presentato alla giuria, spiegando le motivazioni sulla scelta degli ingredienti, del nome e con una breve descrizione del drink stesso.
In ultimo, verrà assegnata una valutazione finale in 100/100

Lavorare Viaggiando o Viaggiare Lavorando?

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo! Corsi Barman & Barlady Certificati. Attestato Riconosciuto. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.

ULTIME DAL BLOG

Birra in un pub

“Birra finita in Gran Bretagna?” A quanto pare, dopo il lockdownd tutti si sono riversati nei pub con tanta voglia di dimenticare la crisi e, ancor più, di bersi una bella birra. La crescente richiesta di birra e di alcolici ha però messo in seria difficoltà molti locali che, a quanto pare, non riescono a […]

Chapter Roma bar

Chapter Roma ha un nuovo bar manager: è Joy Napolitano. Ma di che locale si tratta esattamente? Come viene spiegato sul loro sito si tratta di: “Un po’ salad bar, un po’ coffee shop. Un po’ juice bar, ma anche mercato e grocery store, tutto in un posto solo.Sano, veloce, unico e accogliente.Mangia da noi, […]

amaro Jefferson Calabria

La Calabria ci regala il migliore amaro al mondo. Si chiama Amaro Jefferson, soprannominato “Amaro Importante” dai tanti appassionati, e sta davvero conquistato la stima e l’apprezzamento di sempre più persone. Un successo che non fa altro che confermare una lunga tradizione fatta di tanta passione e meravigliose materie prime. La Calabria è meritatamente sempre di […]

L'uomo può vivere bevendo solo birra

L’uomo può vivere bevendo solo birra? C’è chi la ama a tal punto che berrebbe di birra, ma è possibile? La scienza ci risponde. Martin Lutero diceva:Corso Barman Certificato | Scuola Accreditata Regione LazioCorso Barman & Barlady Professionale. Attestato Riconosciuto per Lavorare in Tutto il Mondo. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.Scopri di più “Chi beve […]

calorie birra

Calorie birra: Boris Jhonson e la sua proposta controversa. Proprio così il pramier britannico famoso per le sue uscite spesso controtendenza ne ha inventata un’altra: vorrebbe combattere l’obesità obbligando i pub ad indicare le calorie della birra su ogni bicchiere. Calorie birra per combattere l’obesità Il governo britannico, per incentivare la ripresa post COVID, sembra […]

Antico di Luxardo

Antico: il Vermouth interpretato da Luxardo nel suo bicentenario. Stile classico, gusto contemporaneo… Ecco l’alternativa al vermouth rosso! Luxardo presenta Antico Fondata da Girolamo Luxardo nel 1821 a Zara sulle coste della Dalmazia. Si dice che dietro un grande uomo ci sia sempre una grande donna. E anche in questo caso tutto parte da una […]

Birra Menabrea edizione limitata

Birra Menabrea: un omaggio a 12 città d’arte italiane. Menabrea è un’antica marca di birra che viene prodotta dalla omonima azienda la cui sede storica e il birrificio sono localizzati a Biella, in Piemonte. Il più antico birrificio italiano fa un omaggio d’artista alle più belle città d’arte con una nuova collezione di Birra Menabrea […]

Cedrata Tassoni

La birra Ceres acquisterà le Cedrate Tassoni? Royal Unibrew, la multinazionale della birra Ceres, potrebbe infatti acquisire l’azienda bresciana di cedrate Tassoni. Ci riuscirà? Si perché, secondo indiscrezioni piuttosto credibili, sarebbe solamente una delle quattro pretendenti ad aver fatto un’offerta. La birra Ceres in lizza per acquistare le Cedrate Tassoni I potenziali acquirenti della Cedral Tassoni, l’azienda […]

Inviaci una mail
+39 06 66410497
WhatsApp +39 339 2123387
WhatsApp Chat
Orari di Ufficio: 09.00 - 13.30
Invia via WhatsApp

Contact Form