Barman, i giusti corsi per migliorare le tue prospettive di lavoro

Il mestiere del barman è decisamente trendy ed attira molti ragazzi che devono scegliere la loro professione futura. Ed è un’ottima prospettiva! Non solo perché si tratta di un lavoro dinamico, divertente e sempre a contatto con la gente, ma anche perché viene decisamente ben pagato.

Tra i lavori che non richiedono una laurea, i barman sono ai primi posti nella classifica dei guadagni.

In Italia poi le cose vanno decisamente bene! I bar attivi sono addirittura 149.885 sparti per tutta la nazione ma, naturalmente concentrati nelle città turistiche. Milano, Roma, Venezia, Napoli… D’altronde il fatturato medio di un bar è addirittura di 120mila euro.

Ma quali sono i barman più ricercati e, ovviamente, pagati?

Sicuramente gioca un ruolo fondamentale la qualifica professionale. La confusione è ancora tanta ed i ruoli non ben definiti. Ma c’è di certo  che seguire un corso in una scuola di barman accreditata ti porterà ad avere prospettive di lavoro migliori.

Lo sapevi che c’è differenza tra barman e barista?

Il barista prepara e serve cibi, bibite e caffetteria lavorando prevalentemente di giorno. Se cerchi un corso che ti permetta di diventare un ottimo barista ti proponiamo il corso caffetteria e latte art.

Il barman invece si occupa di preparare e mixare le bevande alcoliche. Se è il tuo sogno, ecco il corso barman che fa per te. Meglio ancora quelli che sanno distinguersi specializzandosi e diventando Mixology seguendo il nostro corso mixology o barman acrobatici seguendo il nostro corso flair! Proprio come Tom Cruise nel film Cokctail!

Ottengono un successo sempre maggiore le donne che stanno pian piano conquistando il mercato. Il riscontro economico è anche legato al locale in cui si lavora oltre che alle qualifiche personali.

Sai che un bartender esperto od un barman freestyle possono guadagnare una cifra variabile tra i 2000 ed i 4000 euro mensili?

Ma i guadagni maggiori vanno di pari passo con le specializzazioni. Ricercatissimi i barchef e i molecular mixologist, i barman in grado di creare cocktail particolari, gelatine e sfere di bitter.

E se vuoi lavorare all’estero le cifre non sono certo da meno!

Nella magica Londra un bartender può guadagnare tra le 15 e le 21mila sterline. Mica male!

Se ti spingi fino in America poi, potresti diventare una vera e propria star! Miami, New York San Francisco… Luoghi da favola in cui un barman acrobatico può guadagnare fino a 200 dollari al giorno.

E, tra le mete estere non possiamo non citare, la Norvegia. Il noto ristorante italiano Vito’s in una sua offerta di lavoro pubblicata sul sito del comune di Torino ha addirittura offerto uno stipendio di 2600 euro mensili. Mica male!

ULTIME DAL BLOG

18Mar 2019
sober up drink detox

Sober Up è il nuovo il Detox Shot di casa Biscaldi. Nato dalla collaborazione tra Equilibrium Labs Ltd e l’erborista AJ Clavien, la bevanda è un integratore multifunzionale preparato con erbe e pensato per essere utile al benessere dell’organismo. Pensato per conquistare i consumatori attenti ai temi della salute e del benessere; un target sempre crescente […]

14Mar 2019
cocktail al cioccolato

Cocktail al cioccolato, il migliore è di Luca Picchi, lo ha decretato la giuria della Compagnia del Cioccolato che gli ha assegnato il prestigioso riconoscimento durante la diciassettesima edizione della  “Tavoletta d’oro – Cocktail al cioccolato”. La  Compagnia del cioccolato è un’associazione di consumatori per la tutela del cioccolato di qualità che ha l’ambizioso obiettivo di far entrare […]

11Mar 2019
birra gratis the runaway london

Birra gratis se corri! In epoca di Bitcoin esiste anche un nuovo metodo di pagamento alternativo; succede a Londra, dove nasce un pub che accetta come compenso per la birra solo i Km corsi e monitorati tramite app. L’idea nasce grazie al brand New Balance e punta a realizzare un pub punto di riferimento per tutti […]

07Mar 2019
egnazia vermouth rosso pugliese

Egnazia Vermouth Rosso, il Vermouth che viene dalla Puglia lanciato da Borgo Egnazia, la struttura ricettiva di lusso che sorge a Savelletri di Fasano, in provincia di Brindisi. Egnazia Vermouth Rosso E’ un nuovo Vermouth ideato da Dario Gentile, beverage director del Borgo. Pur avendo avuto molte esperienze anche all’estero ha deciso di infodere nel suo […]

05Mar 2019
i coktail più amati dalle donne

I cocktail più amati dalle donne: quali sono le preferenze tra le donne che amano i drink? Quali i più trendy e apprezzati? Che l’alcol sia una prerogativa maschile è un vero e proprio anacronismo. Spesso entra in gioco il pregiudizio che venga consumato soprattutto dagli uomini, ma non è affatto così! Sono sempre più […]

28Feb 2019
gin

Gin: bevanda alcolica ottenuta dalla distillazione di un fermentato ricavato solitamente da cereali (ma anche da vino, mela o patate) in cui viene messa a macerare una miscela di erbe, spezie, piante, bacche e radici denominate botanicals. Non possono mai mancare le bacche di ginepro che conferiscono il tipico profumo e gusto. Gin, la storia del distillato Il nome del distillato deriva […]

21Feb 2019
ghiaccio nei cocktail

Ghiaccio nei cocktail: ai non addetti al settore può sembrare l’ingrediente meno importante. In realtà il ghiaccio è uno dei protagonisti nella preparazione dei cocktail. E’ un ingrediente fondamentale perchè ha l’importante compito di mantenerli alla giusta temperatura e di conferirgli il giusto grado di diluizione. Ghiaccio nei coktail: miti da sfatare! Sono in molti a […]

19Feb 2019
campari negroni entering red

Campari presenta: Entering Red, lo Short Movie RU diretto da Matteo Garrone e interpretato dalla splendida Ana De Armas. Fa parte del filone ‘Red Diaries’ ed è basato sul principio che “ogni cocktail racconta una storia”. Un corto d’autore realizzato per celebrare il 100° anniversario del Negroni, l’iconico cocktail celebre in tutto il mondo che ha […]

06Feb 2019
Moonshine, il whiskey illegale o artigianale

Moonshine, ovvero il whiskey al chiaro di luna. Forse non tutti lo conoscono ma fa parte della storia stessa del Whiskey. Il termine Moonshine è stato utilizzato per indicare un distillato (quasi sempre di mais) prodotto artigianalmente o illegalmente. Il Moonshine nasce come distillato esclusivamente illegale, ragion per cui veniva preparato di notte; al chiaro […]

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo correttamente.

Questo contenuto è bloccato. Accetta i cookie per visualizzarlo correttamente.

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

Questo sito utilizza dei cookies per garantire ad ogni utente la migliore esperienza. Per accettare la nostra politica sulla privacy e cookie clicca su "Accetta"