Old Fashioned (Harry Johnson)

old-fashioned

Un’altra ricetta dal Bartender’s Manual di Harry Johnson, datato 1882.
Questa volta analizziamo come Johnson inserisce il famoso Old Fashioned, che al giorno d’oggi per noi è un cocktail, allora era più che altro uno stile di drink.

Inserire in un tumbler da whiskey:
¼ di un teaspoon di zucchero
2 pezzi di ghiaccio
2 o 3 dashes di bitters (suggerisce il Boker’s)
1 o 2 dashes di curacao o assenzio, se richiesto
1 wine glass (circa 2 oz) di whiskey
Mescolare con l’ausilio di uno spoon fino a che gli ingredienti non siano perfettamente miscelati, e effettuare uno zest di limone sulla superficie del drink. Servire nello stesso bicchiere.

Cerchi Lavoro? Diventa un Bartender Professionista

Scuola Accreditata dalla Regione Lazio. Corsi Professionali Certificati. Attestato Riconosciuto. Inserimento nel Mondo del Lavoro al Termine del Corso.

Considerazioni: Johnson parla genericamente di “whiskey”, quindi supponiamo, dato il contesto storico, bourbon o rye, probabilmente con una gradazione alcolica superiore ai 40%vol.
In caso di assenza del Boker’s, e volendo dare la sfumatura di arancia eliminando le gocce di curacao, suggeriamo di inserire del bitter all’arancia.
Andando avanti coi tempi abbiamo assistito all’inserimento di seltz per facilitare lo scioglimento dello zucchero; in questo caso senza esagerare con la quantità onde evitare eccessivo annacquamento.
Lo zest finale a parer nostro è anche gradevole utilizzando l’arancia.
Al tempo per “pezzi di ghiaccio” non si intendevano di certo i nostri bei cubetti, ma pezzi asimmetrici leggermente più grandi, quindi a seconda del tumbler che andrete a utilizzare evitate di mescolare per venti minuti il tutto con solo due cubetti di ghiaccio, altrimenti il risultato sarà una bella pozzanghera!
Salute!

Matteo “Dedde” Ciampicali

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo

Corso Professionale Certificato. Attestato Riconosciuto. Scuola Accreditata dalla Regione Lazio.

FacebookInstagramYouTube