nio cocktails

Nio Cocktails, i drink da gustare ovunque vuoi! Se c’è un dato di fatto nel mondo del beverage, è proprio che il consumo di cocktail è in costante crescita e sempre più apprezzato. Questa nuova consapevolezza nella cultura beverage ha permesso al mercato di ampliarsi con nuove forme e possibilità che ormai vanno oltre i tradizionali canali di consumo.

Nio Cocktails amplia il mercato del beverage

A chi è rivolto Nio Cocktails? Il target di riferimento è duplice:

  • Da un lato si rivolge al consumatore casalingo che vuole gustarsi un buon cocktail a casa pur non avendo frequentato un corso barman. Non sei un bartender professionista ma ami bere un buon cocktail? Casa, lavoro, figli non ti permettono di uscire quanto vorresti? Cosa c’è di meglio di un buon cocktail nella comodità delle proprie mura domestiche? Senza contare il successo con gli amici! Con i preparati Nio Cocktails i drink sono già mixati e pronti all’uso, sarà sufficiente aggiungere ghiaccio. Questo permetterà di ampliare le possibilità di consumo dei miscelati anche al di fuori del tradizionale circuito dei cocktail bar.
  • Dall’altro invece è rivolto a tutti quei locali che, pur non essendo attrezzati per la mixology, vogliono comunque poter proporre ottimi cocktail.

Nio Cocktails

NIO, acronimo di Needs Ice Only, è la startup italiana dei cocktail in busta. Come dice il nome, basta un cubetto di ghiaccio ed il gioco è fatto! In barca, in aereo, a casa, in terrazza. Occupano lo spazio di un cd e puoi farne scorta per ogni occasione. Devi solo scegliere tra i cocktail proposti: tutti gli storici, dal Negroni al Daikiri passando per Gin Tonic e Whisky Sour!

L’idea è venuta a due giovani imprenditori italiani, Luca Quagliano e Alessandro Palmarin, che hanno avviato una star up davvero innovativa con l’obiettivo di consentire a chiunque di degustare cocktail di alta qualità anche quando non è disponibile un barman.

In pratica i cocktail si presentano in bustine ma, attenzione, niente polverine! Si tratta solo di rendere tutto molto facile da portare con sé e realizzare. Le buste sono infatti contenute in un cofanetto piuttosto piccolo e comodamente trasportabile che può essere conservato anche a temperatura ambiente. Quando si vuole preparare il cocktail basta agitare la confezione, strappare l’angolo pre – tagliato e versare tutto il contenuto in un bicchiere pieno di ghiaccio.

Racconta Luca Quagliano

“Ero stanco di lavorare per le multinazionali e avevo voglia di creare qualcosa di mio, così un giorno ho avuto un’idea folle e ne ho parlato ad Alessandro, il quale si è dimostrato entusiasta. Dopo la nascita delle mie due figlie la vita è necessariamente cambiata, le uscite si sono fatte sempre più sporadiche a vantaggio di molte cene a casa con gli amici, il cui epilogo all’italiana è rappresentato da amari e limoncello. Limitante, no?”. È semplicemente da qui che è scattata la scintilla: “Mi sono chiesto perché in un’epoca in cui a casa si può fare tutto, non si possa bere un buon cocktail”.

I cocktails Nio, realizzati in collaborazione col mago della miscelazione Patrick Pistolesi:

  • Sono proposti in versione monodose da 100 ml,
  • I drink sono realizzati con spirit e ingredienti premium e sono già mixati.
  • Non contengono conservanti, additivi o agenti chimici.
  • Non hanno scadenza, si conservano a temperatura ambiente.
  • Vengono consegnati in tutta Milano in pochissimo tempo, ed in sole 24-48 ore dall’ordine in tutto il resto dell’Italia.

La drink list comprende 14 cocktails, ma l’offerta è in costante evoluzione. La formula di vendita è varia e va incontro alle diverse esigenze. potrete infatti trovare:

  1. Box da 5 o da 10 drink. Ogni consumatore potrà scegliere i cocktails che il box dovrà includere.
  2. L’Experience Box. Un kit da degustazione, nelle versioni Luxury ed Experience Edition. Entrambe, oltre ad altri drink, contengono due cocktail in edizione limitata realizzati insieme a Cocchi (lo storico produttore di vermouth), due tumbler Nio e uno stampo per ghiaccio.
  3. Per i locali possono essere prodotte e fornite ricette personalizzate

Nio cocktails può dunque sostituire un bartender? No, non scherziamo! La magia di un cocktail preparato per te da una persona qualificata non si batte! Ma è un’ottima soluzione sostitutiva. Quando, magari, ti va proprio di sorseggiare un Negroni davanti alla Tv nella comodità di casa tua.

ULTIME DAL BLOG

10Ago 2019
Sangria

La sangria è la bevanda spagnola per antonomasia, il cui nome deriva dal termine spagnolo “sangre” (“sangue”), dovuto al colore rosso rubino anche se esiste una Sangria meno “sanguigna”, chiamata Sangria Blanca a base di spumante o vino bianco molto diffusa in Catalogna. Una bevanda tipicamente estiva, rinfrescante a base di vino, spezie e frutta […]

09Ago 2019
Atomik

Atomik la vodka prodotta nella zona di esclusione di Chernobyl, il primo prodotto di consumo proveniente dall’area abbandonata attorno alla centrale nucleare danneggiata. “La nostra idea era di usare la segale per creare uno spirito”, dice il professor Jim Smith a capo di un team di ricercatori dell’Università inglese di Portsmouth, nel Regno Unito, che […]

07Ago 2019
Robot Barman

Robot Barman: fantascienza o realtà? I Robot sostituiranno i tradizionali baristi, barman e barlady in carne ossa dietro al bancone? Chi lo sa, ma sicuramente un po’ di inquietudine per il futuro la mettono. Nel 2016 i Robot Barman avevano fatto la loro apparizione a bordo delle navi della flotta Royal Caribbean International. B1-0 e […]

19Lug 2019
sex on the beach

Ricetta 4 cl | 1 1/4 oz vodka 2 cl | 3/4 oz Peach Schnapps o Peach Tree (liquore alla pesca) 6 cl | 2 oz succo d’arancia Top succo di cranberry Preparazione Versare la vodka, il Peach Schnapps o Peach Tree e il succo di arancia nello shaker. Aggiungere ghiaccio e shakerare per 8/10 […]

16Lug 2019
throwing

Il throwing è una tecnica di miscelazione che negli ultimi anni ha trovato larghi consensi tra i bartender di tutto il mondo, ma che ha origini molto antiche. Le popolazioni asiatiche la utilizzavano e la utilizzano ancora oggi per raffreddare il tè caldo. Anche in Spagna, questa tecnica era conosciuta ed utilizzata nel rituale del […]

12Lug 2019
boulevardier

Ricetta 1/3 | 3 cl | 1 oz bourbon whiskey 1/3 | 3 cl | 1 oz bitter Campari 1/3 | 3 cl | 1 oz vermouth rosso Guarnizione: scorza di aarancia Preparazione Versare tutti gli ingredienti nel mixing glass, precedentemente raffreddato. Aggiungere ghiaccio e mescolare per circa 10 secondi. Filtrare il contenuto del mixing […]

09Lug 2019
Varianti intriganti dello Spritz

Varianti intriganti dello Spritz Lo Spritz è senza dubbio il cocktail aperitivo italiano per antonomasia, facile da preparare e facile da bere. Si versano all’interno del calice da vino pieno di ghiaccio , Aperol o Campari , prosecco, una spruzzata di acqua gassata e il gioco è fatto!  Il nome Spritz, di origine austriaca, deriva infatti dal verbo “spritzen” che […]

05Lug 2019
Jim Beam

Jim Beam: in fiamme 45.000 barili di bourbon! Negli Stati Uniti e più precisamente a Versailles, nel Kentucky, un incendio ha distrutto un enorme magazzino di Jim Beam, mandando in fiamme 45.000 barili di bourbon. L’incendio è scoppiato intorno alle 23:30 locali di martedì 2 luglio. Chi o cosa possa aver provocato l’incendio è ancora […]

02Lug 2019
Sazerac

SAZERAC Ricetta 1 ¾ oz | 5 cl | Cognac ¾ oz | 2 cl | Assenzio 1 | Zolletta di zucchero 1 dashes | Peychaud’s Bitters Preparazione Riempire un tumbler basso di ghiaccio. In un mixing glass mettere la zolletta di zucchero bagnata di Peychaud’s Bitters, il Cognac e sciogliere tutto con il pestello. […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi