Moonshine, ovvero il whiskey al chiaro di luna. Forse non tutti lo conoscono ma fa parte della storia stessa del Whiskey.

Il termine Moonshine è stato utilizzato per indicare un distillato (quasi sempre di mais) prodotto artigianalmente o illegalmente. Il Moonshine nasce come distillato esclusivamente illegale, ragion per cui veniva preparato di notte; al chiaro di luna, appunto. Niente distillerie alla luce del giorno o maturazione in botti, tutto veniva preparato di notte per potersi meglio nascondere. Le persone che producono Monnshine vengono denominate moonshiners.

Preparazione del Moonshine

Il Moonshine viene preparato con mais, segale, malto d’orzo o altri cereali e con l’aggiunta di zucchero e frutta (che però non risulta essere indispensabile. La ricetta è tutt’altro che precisa proprio per via della sua natura ‘artigianale’. Variava da zona a zona e molto dipendeva anche dai tipi di cereali o frutta a disposizione.

Il composto viene agitato mescolando bene tutti gli ingredienti: poi viene lasciato fermentare per 2-3 giorni.  Solo a questo punto inizia la fase di distilazione.

Moonshine, curiosità

Il Moonshine, il cui nome tradotto in italiano significa “chiaro di luna”, deve la sua grande fama al fatto di essere tradizionalmente un liquore di stampo appunto illegale prodotto durante il periodo del proibizionismo americano. Come ogni cosa proibita si è caricata di un forte fascino ed è stata celebrata anche dalla televisione. Vi ricordate i celebri fratelli Bo e Luke della serie Hazzard? I due, per quanto bravissimi ragazzi, si trovano in libertà vigilata proprio per la loro grande passione nei confronti del celebre Moonshine.

Tre anni prima delle vicende narrate dalla serie, mentre stavano trasportando del whiskey prodotto dallo zio Jesse, i due ragazzi vennero catturati dalla polizia federale e, in cambio della loro libertà, lo zio promise alle autorità che non avrebbe più distillato alcool. Ovviamente promessa non mantenuta.

Moonshine, il whiskey illegale o artigianale

Moonshire: i test di qualità

E’ possibile fare due test per capire la qualità e il grado alcolico di un whiskey artigianale:

  1. Per capire il grado alcolico della bevanda basta metterla in un recipiente trasparente e squoterlo un po’. La formazione di grosse bolle che spariscono rapidamente indica che il grado alcolico è più elevato. (normalmente le bolle dovrebbero essere più piccole).
  2. Un altro test può essere effettuato bruciandone una piccola quantità posta di un cucchiaio. A questo punto basta osservare il colore della fiamma:
    1. blu: indica buona qualità;
    2. gialla: la qualità è mediocre. Il distillato contiene gli alcol superiori della coda, ad alto peso molecolare;
    3. rossastra: indica la presenza di piombo nel distillato. succedeva in passato, e solo con la distillazione illegale, quando si usavano i radiatori delle auto come condensatori.

Moonshine produzione casalinga

Ricorda sempre che in Italia i distillati alcolici non possono essere prodotti legalmente a casa nemmeno in piccole quantità. Questo per due motivi:

  • il processo di distillazione può essere pericoloso  a causa del rischio di esplosione e produzione di una quantità di metanolo;
  • con l’autoproduzione di superalcolici si evade il fisco.

Oggi è possibile trovare in commercio diverse tipologie di Moonshine artigianali ma perfettamente legali.

ULTIME DAL BLOG

17Giu 2019
Quinta da Pacheca

Vacanze alternative? Ecco la soluzione che fa per voi! Non avete ancora prenotato per le vacanze estive e siete alla ricerca di qualcosa alternativo? Dormire in una grande botte di vino, circondato da un vigneto potrebbe essere la soluzione che fa per voi. Tra le rinomate colline del prosecco, a Vittorio Veneto, a pochi chilometri […]

15Giu 2019
midori

Midori…o si odia o si ama! Nell’era della mixology, per un bartender avere una bottiglia di Midori nella bottigliera alle proprie spalle o nello speed rack, non è sicuramente motivo di vanto. Un segno indelebile degli anni ’80 e ’90 quando i cocktail avevano e colori sgargianti! Gli stessi anni in cui Tom Cruise interpretava, […]

12Giu 2019
pub per nudisti

Pub per nudisti? Bere una birra completamente nudi e vivere un’esperienza fuori dal comune? A Londra è possibile. Il The Coach and Horses uno dei più antichi pub di Londra ha ottenuto la licenza per il nudismo ed ora entrando nel locale, si potranno togliere tutti i vestiti, senza limitarsi solo al cappotto… Lo stravagante proprietario […]

10Giu 2019
bio-bottle

Bio Bottle Sant’Anna è la prima bottiglia al mondo prodotta con PLA, un particolare polimero che si ricava dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nelle piante, biodegradabile al 100%, che in soli 80 giorni torna semplicemente a far parte della natura, come certifica la conformità alla norma EN13432. Inoltre questa innovativa bioplastica ottenuta da materie prime […]

06Giu 2019
anni 90

Anni 90: i cocktail che hanno segnato un’epoca. Oggigiorno, viviamo in un particolare momento storico segnato dall’avvento della mixology, dove molto spesso il cliente ne sa più del bartender e giustamente si lamenta se non c’è la giusta dose di ogni ingrediente nel cocktail. Facciamo i “fighi” chiedendo un Moscow Mule con lo zenzero fresco, […]

03Giu 2019
mipig cafè

Mipig Cafè: a Tokyo, il tè e il caffè si sorseggia coccolando piccoli maialini. Una volta c’erano i neko cafè, ovvero i locali all’interno dei quali i gatti potevano scorrazzare liberamente e prendersi le coccole dei clienti. Questa moda, divenuta famosa anche in Europa, era stata lanciata in Giappone che attualmente pullula di bar in […]

01Giu 2019

Canù è la prima cannuccia di pasta biologica, senza glutine, fatta di mais e riso, biodegradabile e soprattutto commestibile. Dal 2021, finalmente, la plastica monouso non esisterà più e molte aziende stanno lavorando per trovare soluzioni alternative. A concepire una soluzione alternativa per le cannucce ci ha pensato la Cooperativa Campo, azienda di Fossombrone nelle Marche nata nel […]

28Mag 2019
Sea-Breeze

Sea Breeze, un cocktail estivo, un long drink leggero a base di vodka, succo di cranberry e pompelmo fresco, facile da preparare e da bere. Ricetta 4 cl | 1 ¼ oz vodka 9 cl | 3 oz succo di cranberry 3 cl | 1 oz succo di pompelmo Preparazione Versare gli ingredienti in un […]

24Mag 2019
Jägermeister Slayer

Jägermeister Slayer la limited edition per celebrare l’ultimo tour della band statunitense. Jägermeister lancia una bottiglia in edizione limitata in onore degli Slayer per il loro ultimo tour e della loro prossima esibizione al Download Festival UK, il 16 giugno. Il liquore amaro tedesco, nasce dall’infusione di 56 varietà di pregiate erbe, radici, frutti e […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi