Mezcal

Mezcal significa agave cotto, è una delle bevande più antiche del Messico, le cui origini sono ancora piuttosto incerte.
Due le teorie più accreditate sulla nascita del distillato: la prima fa risalire la bevanda all’arrivo degli spagnoli e all’introduzione di tecniche europee di distillazione; la seconda, sostenuta dagli ambienti universitari in Messico, riconduce le origini del distillato alle popolazioni mesoamericane che avrebbero conosciuto una forma di distillazione. La verità non si saprà mai, ma quello che possiamo affermare con certezza è che in Messico oltre al Tequila c’è un altro distillato molto diffuso amato dai messicani che lo considerano la bevanda del popolo: il Mezcal.

Anche il Mezcal come il Tequila ha il suo disciplinare che stabilisce che per essere definito tale sono necessarie due distillazioni, prima con le fibre della pianta e poi senza. Il Mezcal detto “artigianale” viene prodotto utilizzando un alambicco di rame con macinazione manuale; il Mezcal ancestrale usa l’alambicco di terracotta, e il prodotto è macinato con le mani; infine il Mezcal industriale usa le macchine e l’alambicco di acciaio.
Sono una quarantina, tra i 200 in natura, le tipologie di agave utilizzate nei 9 stati che fanno parte della Denominazione Ufficiale Mezcal, nata nel 1994, tra cui l’agave Espadin che è la principale e la più pregiata.
La zona principale, che vanta quasi il 60% della produzione, è la regione di Oaxaca, ma viene prodotto anche nelle regioni Durango, Guanajuato, Guerrero, San Luis Potosi, Tamaulipas, Zacatecas, Michoacan e Puebla.

PRODUZIONE
La stagione della lavorazione va da ottobre a giugno e coinvolge migliaia di famiglie in tutto il paese. Alcuni mestieri legati alla sua produzione, come il jimador, il maestro mietitore, si tramandano di generazione in generazione: devono sapere quale taglio applicare alla pianta, di solito dopo 7 anni di vita, e ricavarne solo il cuore, detto piña, che va in cottura. Per non parlare dei maestri mezcaleros, i veri sacerdoti dei riti legati al Mezcal. Il fascino di questo distillato messicano sta tutto nel suo legame con la terra, nei ritmi del campo e nell’ascolto della pianta: si dice infatti che quando è pronta per essere tagliata, l’agave apra le foglie con un leggero e distintivo schiocco. E nel silenzio della piantagione, al primo mattino, il maestro mezcalero, ascoltando quel rumore, individua le piante che dovranno essere lavorate: vengono tagliate e sbucciate con la famosa coa, per eliminare le spine e la parte più dura della buccia, dopodichè si passa alla cottura, la fase più delicata di tutta la produzione del mezcal. Questo perché la tradizionale cottura nei forni a terra, conferisce quella nota amara e affumicata che contraddistingue il Mezcal.

Questa rusticità che da sempre caratterizza il Mezcal, da una parte ha creato un pregiudizio di scarsa raffinatezza del prodotto rispetto per esempio al tequila, dall’altra ha attirato l’attenzione di bartenders che, soprattutto negli ultimi anni, hanno imparato ad apprezzarlo e ad utilizzarlo nella realizzazione dei propri cocktail.
Oggi possiamo tranquillamente affermare che il Mezcal è senza dubbio il distillato più cool del momento.

Se vuoi approfondire le conoscenze sul mondo dei cocktail e sulla professione del barman e della barlady, FPU Barman Academy ente di formazione accreditato dalla Regione Lazio, propone un corso ad hoc: il corso da Barman e Barlady.

ULTIME DAL BLOG

15Ott 2019
Capsule di whisky

Durante la London Cocktail Week è stata presentata l’edizione limitata “The Capsule Collection”, una gamma di cocktail a base di whisky serviti in capsule di 23 ml (un involucro di estratto di alghe completamente biodegradabile) nata dalla collaborazione tra The Glenlivet e  il barman Alex Kratena. The Glenlivet è il primo marchio di alcolici al mondo a collaborare […]

09Ott 2019
Mezcal

Mezcal significa agave cotto, è una delle bevande più antiche del Messico, le cui origini sono ancora piuttosto incerte. Due le teorie più accreditate sulla nascita del distillato: la prima fa risalire la bevanda all’arrivo degli spagnoli e all’introduzione di tecniche europee di distillazione; la seconda, sostenuta dagli ambienti universitari in Messico, riconduce le origini […]

07Ott 2019
the world's 50 best bars 2019

The World’s 50 Best Bars 2019 Il 3 ottobre 2019 a Londra si è tenuta l’annuale premiazione dei The World’s 50 Best Bars. The World’s 50 Best Bar 2019 Dante, New York Connaught Bar, Londra Floreria Atlantico, Buenos Aires The Nomad, New York American Bar, Londra The Clumsies, Atene Attaboy, New York Atlas, Singapore The […]

24Set 2019
Aprire un locale

Aprire un locale è senza dubbio il sogno proibito di molti barman, bartender e non solo. Vuoi sapere come fare ad aprire un locale di successo? Ecco qualche consiglio che potrebbe esserti molto utile. La prima cosa da definire, quando si vuole aprire un locale, è il format perchè il temine “locale” è molto generico […]

20Set 2019
Rage Yoga

Rage Yoga è una disciplina capace di combinare le posizioni classiche dello yoga con esercizi verbali e comportamenti, non convenzionali,  che hanno come obiettivo quello di scaricare rabbia e tensione. Il Rage Yoga rappresenta un’alternativa per coloro che hanno l’esigenza di sfogare stress e tensioni, ma che non riescono con i metodi tradizionali. Per quanto pace […]

17Set 2019
sbornia

Probabilmente è capitato a tutti, di avere trascorso “una notte da leoni” come nel celebre film e di avere avuto a che fare con i conseguenti postumi post sbornia quali mal di testa, stanchezza, nausea e tanta tanta sete. Ad alcuni di noi capita raramente, magari in occasioni speciali, ad altri invece un po’ più […]

13Set 2019
Pirlo

Se vi trovate in quel di Brescia e avete l’irrefrenabile voglia di “farvi” un aperitivo, la parola d’ordine è Pirlo. Tranquilli, non è una parolaccia, ma il cocktail simbolo della città, un immancabile componente delle serate bresciane. Il nome Pirlo, non ha nulla a che vedere con il calciatore, tra l’altro bresciano, ma deriva dal […]

10Set 2019
birra

La birra è una bevanda dissetante, poco alcolica, composta dal 93% di acqua e prodotta con ingredienti naturali e sani quali malto, luppolo e lievito. Cosa c’è di meglio di una bella birra ghiacciata per dissetarsi, soprattutto in quelle torride giornate d’estate? Da oggi c’è ancora più gusto perché alcuni studi sostengono che faccia anche […]

06Set 2019
Acqua frizzante

Tutti i medici e nutrizionisti ci dicono di bere due litri di acqua al giorno, ma quale bere, quella frizzante o quella naturale? E soprattutto, l’acqua frizzante fa ingrassare? Fa male? Aiuta a digerire? È più dissetante? Cerchiamo di fare un pò di chiarezza. Innanzitutto l’acqua frizzante può essere effervescente naturale, quando l’anidride carbonica è […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi