Margarita la “bebida nacional” messicana

La storia più accreditata sulla nascita del Margarita, è legata alla stella di Hollywood Marjorie King, ospite dell’Hotel La Gloria Ranch di Tijuana intorno agli anni ’30. Pare che l’attrice, grossa estimatrice del Tequila e al contempo “allergica” al gin, suggerì lei stessa di sostituirlo, nella preparazione di un classico White Lady. 

Il drink ebbe successo fra gli avventori e si decise di chiamarlo con il nome dell’attrice, Marijoire, che in messicano diventò Margarita. L’aggiunta del sale sull’orlo è la logica conseguenza al modo classico di bere Tequila, con sale e lime. La bordatura di sale o crustas, c’è chi sostiene che andrebbe eseguita solo sulla metà del bicchiere, lasciando libero il consumatore di scegliere se assaporare il drink con il sale o meno.

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo

Corso Professionale Certificato. Attestato Riconosciuto. Scuola Accreditata dalla Regione Lazio.

Le altre versioni sono tutte di uomini che dedicano ad una donna di nome Margherita, il cui nome tradotto in messicano è Margarita, questo cocktail da loro inventato, come nel caso dell’attrice Rita Hayworth, il cui vero nome era Margarita Carmen Cansino, che prima di iniziare la sua carriera, nel 1940, lavorava come cameriera al Foreign club a Tijuana.

Ricetta

5 cl | Tequila
2,5 cl | Cointreau o Triple Sec
1,5 cl | Succo di lime fresco

Preparazione

Versare gli ingredienti in uno shaker con ghiaccio e shakerare. Filtrare in una coppetta gelata e bordata di sale.
Si consiglia di utilizzare un Tequila 100% agave azul.

Se volete provarlo all’americana, potete sostituire al succo di lime 1, lo sweet and sour (un mix di succo di limone fresco e zucchero liquido) e potete servirlo in un bicchiere basso (rock o tumbler) con ghiaccio. In questo modo il cocktail sarà più leggero e facile da bere.

In estate potete provarlo anche in versione frozen: versate nel frullatore i cubetti di ghiaccio tritati o spezzettati, la Tequila, il Cointreau o Triple Sec, il succo di lime e azionate. In questo modo il ghiaccio verrà frantumato finemente e assumerà una consistenza simile a quella di un sorbetto.

Se vuoi approfondire sul mondo dei cocktail e alla professione del barman e della barlady, FPU Barman Academy ente di formazione accreditato dalla Regione Lazio, propone un corso ad hoc: il corso da Barman e Barlady.

Cerchi Lavoro? Diventa un Bartender Professionista

Scuola Accreditata dalla Regione Lazio. Corsi Professionali Certificati. Attestato Riconosciuto. Inserimento nel Mondo del Lavoro al Termine del Corso.

FacebookInstagramYouTube