Il Giro d’Italia in un cocktail rosa

Cocktail Giro d'Italia

Il giro d’Italia in un cocktail, rosa naturalmente! Quando uno studente frequenta un corso di bartender impara l’arte della miscelazione. E, proprio perché di arte si tratta, una delle prime regole da apprendere stabilisce che sono necessari tecnica, studio, pratica e fantasia.

In un primo step si apprendono tutte le regole della miscelazione ma fin da subito si insegna anche a trarre ispirazione dalla realtà che circonda il futuro bartender. Moda, sport, personaggi celebri… Tutto può divenire uno spunto in grado di far scattare quell’idea che porterà a realizzare un nuovo cocktail degno di essere ricordato.

Un esempio di tanta creatività applicata allo studio è dato dal cocktail realizzato appositamente per omaggiare il Giro d’Italia.

Il cocktail che ha fatto il giro d’Italia

A realizzare il cocktail tutto dedicato alla più importante competizione ciclistica nazionale è stato il grande Salvatore Bongiovanni in collaborazione con alcuni suoi studenti brianzoli.

“Questo cocktail è nato da un mio studio e collaborazione con il Classic Cocktail Club, con l’associazione MIO Italia e con alcuni dei miei allievi Del Ciofs di Cesano Maderno – spiega a MonzaToday Salvatore Bongiovanni, ideatore del cocktail -. Abbiamo pensato di creare un cocktail dedicato a questo importante evento sportivo. Ma che, come la prestigiosa gara ciclistica, non si fermasse solo in Brianza, ma attraversasse tutto il nostro bellissimo Paese. Proprio come fanno i ciclisti”. 

Cocktail per celebrare il Giro d’Italia, la ricetta per il successo

Per realizzare il cocktail dedicato al Giro d’Italia si sono scelti ingredienti ricercati e sapori nuovi. Vi troviamo infatti:

  • Liquore al passion fruit creato appositamente per questo cocktail da un azienda liquoristica di Concorrezzo; 
  • Yuzu, un agrume molto aromatico originario dell’Asia orientale;
  • Albume;
  • Prosecco;
  • Soda

Questo cocktail è il perfetto esempio di come sia importante mettere in pratica gli insegnamenti di docenti e grandi bartender che hanno fatto la storia, ma anche di come la vita di tutti i giorni, con le sue emozioni e passioni, possa diventare il perfetto spunto per un’idea vincente.

Tutti i barman sanno preparare un Americano, pochi sanno mettere emozioni in un sorso.

FacebookInstagramYouTube