Il caffè fa bene al cuore, è scientificamente dimostrato! Soprattutto quando è buono

Benefici del caffè per il cuore

Il caffè in italia è un’istituzione e si è da tempo radicato nel vissuto quotidiano. La colazione al bar, la pausa pranzo, il ‘caffè con le amiche e quattro chiacchiere’, il caffè al bar sport… In quanti di questi frammenti di vita quotidiana ti ritrovi? Che sia un piacere irrinunciabile per molti è ormai assodato ma, notizia estremamente positiva, ora riceve sempre più consensi anche dal mondo della ricerca scientifica.

L’ultimo in ordine di tempo viene dato proprio durante le XXIX Giornate Cardiologiche Torinesi “Advances in Cardiac Arrhythmias and Great innovations in Cardiology”, organizzate da Fiorenzo Gaita, direttore della Cattedra di Cardiologia presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Torino e Direttore della Cardiologia dell’ospedale Molinette della Città della Salute di Torino, e da Sebastiano Marra direttore del Dipartimento Cardiovascolare del Maria Pia Hospital di Torino.

Quello che emerge dalle giornate cardiologiche è che:

“QUATTRO o cinque tazzine di caffè al giorno, anche decaffeinato, riducono la mortalità cardiovascolare in follow up che vanno da 10 a 18 anni. A lungo termine, bere caffè ha un effetto positivo”.

Ma non sono solo gli studi italiani a dire questo! Anche una ricerca condotta da una nota università spagnola di Navarra è arrivato alla conclusione che 4 caffè al giorno sarebbero in grado di allungare la vita proprio grazie ai benefici effetti apportati al cuore ed al sistema circolatorio.

Assodato dunque che il caffè piace e fa bene, è altrettanto importante rimarcarne la necessità di un’ottima qualità. Caffè nero bollente, macchiato, aromatizzato, arricchito con panna o cacao, corretto con liquori… Un buon caffè fa sempre la differenza e se vuoi lavorare in un bar, il consiglio è sempre quello di non improvvisarti ma di concretizzare la tua passione con un corso serio e professionale come quello proposto da FPU Barman Academy. Il corso ti insegnerà tutte le tecniche ma non solo! Ti farà apprendere anche l’importanza di lavorare con le migliori materie prime. Perchè, diciamolo pure,  non tutti i caffè sono uguali!

I migliori caffè al mondo

Il caffè è legato al gusto personale ed ognuno deve assecondare le proprie preferenze,  ma è anche vero che ci sono caffè universalmente riconosciuti come speciali e da veri intenditori. Un esempio? Sapevi che il caffè più costoso al mondo si chiama caffè Kopi Luwak e viene ricavato dagli escrementi degli zibetti in libertà? Si perchè i simpatici animali si nutrono di bacche del caffè ma non sono in grado di digerirle e quindi le espellono non prima, però, di averle modificate nel passaggio nel loro tratto intestinale.

Anche il Black Ivory subisce un processo simile, solo che si ottiene dalle feci degli elefanti.

Ovviamente per entrambi la difficoltà di reperibilità influisce notevolmente sul prezzo. Chissà se ne vale la pena!

Se non sei in vena di stranezze ma vuoi comunque un ottimo caffè, il consiglio è di orientarti sul prestigioso Malongo Blue Mountain, originario della Giamaica. La sua particolarità è dovuta al fatto che, per una corretta raccolta, deve necessariamente essere coltivato a 2.000 metri di altitudine. Senza contare che necessità di un perfetto equilibrio tra  precipitazioni, umidità, sole e ombra.

Altro caffè decisamente prestigioso è il Sanani che proviene dallo Yemen. La sua unicità deriva dal fatto i chicchi devono passare attraverso un rigido protocollo di controllo e selezione prima di essere venduti col nome di caffè Sanami.

E se invece dei caffè più ricercati e particolari cerchi uno dei più popolari e conosciuti al mondo? Allora dovresti orientarti sul caffè Illy. E’ ottenuto miscelando diversi caffè della gamma arabica provenienti da Colombia, Etiopia, India o Brasile ed ha caratteristiche note di cioccolato, miele e caramello.

 

ULTIME DAL BLOG

17Giu 2019
Quinta da Pacheca

Vacanze alternative? Ecco la soluzione che fa per voi! Non avete ancora prenotato per le vacanze estive e siete alla ricerca di qualcosa alternativo? Dormire in una grande botte di vino, circondato da un vigneto potrebbe essere la soluzione che fa per voi. Tra le rinomate colline del prosecco, a Vittorio Veneto, a pochi chilometri […]

15Giu 2019
midori

Midori…o si odia o si ama! Nell’era della mixology, per un bartender avere una bottiglia di Midori nella bottigliera alle proprie spalle o nello speed rack, non è sicuramente motivo di vanto. Un segno indelebile degli anni ’80 e ’90 quando i cocktail avevano e colori sgargianti! Gli stessi anni in cui Tom Cruise interpretava, […]

12Giu 2019
pub per nudisti

Pub per nudisti? Bere una birra completamente nudi e vivere un’esperienza fuori dal comune? A Londra è possibile. Il The Coach and Horses uno dei più antichi pub di Londra ha ottenuto la licenza per il nudismo ed ora entrando nel locale, si potranno togliere tutti i vestiti, senza limitarsi solo al cappotto… Lo stravagante proprietario […]

10Giu 2019
bio-bottle

Bio Bottle Sant’Anna è la prima bottiglia al mondo prodotta con PLA, un particolare polimero che si ricava dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nelle piante, biodegradabile al 100%, che in soli 80 giorni torna semplicemente a far parte della natura, come certifica la conformità alla norma EN13432. Inoltre questa innovativa bioplastica ottenuta da materie prime […]

06Giu 2019
anni 90

Anni 90: i cocktail che hanno segnato un’epoca. Oggigiorno, viviamo in un particolare momento storico segnato dall’avvento della mixology, dove molto spesso il cliente ne sa più del bartender e giustamente si lamenta se non c’è la giusta dose di ogni ingrediente nel cocktail. Facciamo i “fighi” chiedendo un Moscow Mule con lo zenzero fresco, […]

03Giu 2019
mipig cafè

Mipig Cafè: a Tokyo, il tè e il caffè si sorseggia coccolando piccoli maialini. Una volta c’erano i neko cafè, ovvero i locali all’interno dei quali i gatti potevano scorrazzare liberamente e prendersi le coccole dei clienti. Questa moda, divenuta famosa anche in Europa, era stata lanciata in Giappone che attualmente pullula di bar in […]

01Giu 2019

Canù è la prima cannuccia di pasta biologica, senza glutine, fatta di mais e riso, biodegradabile e soprattutto commestibile. Dal 2021, finalmente, la plastica monouso non esisterà più e molte aziende stanno lavorando per trovare soluzioni alternative. A concepire una soluzione alternativa per le cannucce ci ha pensato la Cooperativa Campo, azienda di Fossombrone nelle Marche nata nel […]

28Mag 2019
Sea-Breeze

Sea Breeze, un cocktail estivo, un long drink leggero a base di vodka, succo di cranberry e pompelmo fresco, facile da preparare e da bere. Ricetta 4 cl | 1 ¼ oz vodka 9 cl | 3 oz succo di cranberry 3 cl | 1 oz succo di pompelmo Preparazione Versare gli ingredienti in un […]

24Mag 2019
Jägermeister Slayer

Jägermeister Slayer la limited edition per celebrare l’ultimo tour della band statunitense. Jägermeister lancia una bottiglia in edizione limitata in onore degli Slayer per il loro ultimo tour e della loro prossima esibizione al Download Festival UK, il 16 giugno. Il liquore amaro tedesco, nasce dall’infusione di 56 varietà di pregiate erbe, radici, frutti e […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi