hemingway-special-daiquiri

  • 1 ½ oz Rum
  • ½ oz Maraschino
  • ½ oz Succo di pompelmo fresco
  • ½ oz Succo di lime fresco

Versare gli ingredienti nello shaker con ghiaccio. Shakerare e versare in una coppetta da cocktail.

Dopo il successo di “Death in the afternoon”, lo scrittore Ernest Hemingway cercava un modo per sfuggire alle visite di parenti, amici, giornalisti e semplici curiosi che affollavano la sua casa di Key West.
Il continuo affollamento gli stava creando non pochi problemi: il troppo vociare, i continui tuffi in piscina dei figli e degli ospiti in visita gli facevano mancare la concentrazione necessaria per scrivere.
Decise cosi di andare in un luogo più tranquillo e acquistò quindi un biglietto per Cuba. Dopo poche ore di navigazione era all’Havana, dove alloggiò all’Hotel Ambos Mundos.
La fresca brezza del mattino faceva sì che Hemingway trovasse gli stimoli e la giusta concentrazione per i suoi scritti, ma i caldi pomeriggi erano per lui una tentazione irresistibile di rinfrescarsi nei bar dell’Havana vecchia. Tra i molti locali della zona ne aveva individuati due, che erano diventati i suoi preferiti, El Floridita in Calle Obispo e La Bodeguita in Calle Empedrado, tutti e due non molto distanti dal suo hotel.
Al Floridita Hemingway scopre il Daiquiri e ne rimane affascinato, ne beve quantità da record e spesso, prima di ritornare in hotel, chiedeva “el trago del camino”, il drink per il viaggio, praticamente un thermos pieno di Daiquiri ghiacciato da consumare comodamente una volta rientrato in hotel.
Si narra che Hemingway riuscisse a berne fino ad una dozzina, per poi andare al vicino Jai Alai e quindi ritornare più tardi, a continuare la sessione lasciata aperta.
Ad un certo punto della sua vita e nonostante il parere contrario del suo medico, Hemingway si convinse di essere diventato diabetico e quindi eliminò completamente gli zuccheri dalla sua dieta, compreso quello che andava a finire nel Daiquiri. A tal proposito andò al Floridita e chiese a Costantino Ribalagua, patron del locale, di cambiare la ricetta del Daiquiri eliminando lo zucchero, raddoppiando però la dose di rum.
Hemingway veniva chiamato affettuosamente “papa” dagli amici cubani e quindi il nuovo cocktail fu chiamato dapprima “Daiquiri como papa”, “Daiquiri a la papa” e “Papa Doble”.
Solo in seguito Antonio Meilan, che successivamente diventò capo barman del locale, bilanciò il drink aggiungendo del succo di pompelmo e alcune gocce di maraschino e ribattezzando il drink “Hemingway Special”.

ULTIME DAL BLOG

17Giu 2019
Quinta da Pacheca

Vacanze alternative? Ecco la soluzione che fa per voi! Non avete ancora prenotato per le vacanze estive e siete alla ricerca di qualcosa alternativo? Dormire in una grande botte di vino, circondato da un vigneto potrebbe essere la soluzione che fa per voi. Tra le rinomate colline del prosecco, a Vittorio Veneto, a pochi chilometri […]

15Giu 2019
midori

Midori…o si odia o si ama! Nell’era della mixology, per un bartender avere una bottiglia di Midori nella bottigliera alle proprie spalle o nello speed rack, non è sicuramente motivo di vanto. Un segno indelebile degli anni ’80 e ’90 quando i cocktail avevano e colori sgargianti! Gli stessi anni in cui Tom Cruise interpretava, […]

12Giu 2019
pub per nudisti

Pub per nudisti? Bere una birra completamente nudi e vivere un’esperienza fuori dal comune? A Londra è possibile. Il The Coach and Horses uno dei più antichi pub di Londra ha ottenuto la licenza per il nudismo ed ora entrando nel locale, si potranno togliere tutti i vestiti, senza limitarsi solo al cappotto… Lo stravagante proprietario […]

10Giu 2019
bio-bottle

Bio Bottle Sant’Anna è la prima bottiglia al mondo prodotta con PLA, un particolare polimero che si ricava dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nelle piante, biodegradabile al 100%, che in soli 80 giorni torna semplicemente a far parte della natura, come certifica la conformità alla norma EN13432. Inoltre questa innovativa bioplastica ottenuta da materie prime […]

06Giu 2019
anni 90

Anni 90: i cocktail che hanno segnato un’epoca. Oggigiorno, viviamo in un particolare momento storico segnato dall’avvento della mixology, dove molto spesso il cliente ne sa più del bartender e giustamente si lamenta se non c’è la giusta dose di ogni ingrediente nel cocktail. Facciamo i “fighi” chiedendo un Moscow Mule con lo zenzero fresco, […]

03Giu 2019
mipig cafè

Mipig Cafè: a Tokyo, il tè e il caffè si sorseggia coccolando piccoli maialini. Una volta c’erano i neko cafè, ovvero i locali all’interno dei quali i gatti potevano scorrazzare liberamente e prendersi le coccole dei clienti. Questa moda, divenuta famosa anche in Europa, era stata lanciata in Giappone che attualmente pullula di bar in […]

01Giu 2019

Canù è la prima cannuccia di pasta biologica, senza glutine, fatta di mais e riso, biodegradabile e soprattutto commestibile. Dal 2021, finalmente, la plastica monouso non esisterà più e molte aziende stanno lavorando per trovare soluzioni alternative. A concepire una soluzione alternativa per le cannucce ci ha pensato la Cooperativa Campo, azienda di Fossombrone nelle Marche nata nel […]

28Mag 2019
Sea-Breeze

Sea Breeze, un cocktail estivo, un long drink leggero a base di vodka, succo di cranberry e pompelmo fresco, facile da preparare e da bere. Ricetta 4 cl | 1 ¼ oz vodka 9 cl | 3 oz succo di cranberry 3 cl | 1 oz succo di pompelmo Preparazione Versare gli ingredienti in un […]

24Mag 2019
Jägermeister Slayer

Jägermeister Slayer la limited edition per celebrare l’ultimo tour della band statunitense. Jägermeister lancia una bottiglia in edizione limitata in onore degli Slayer per il loro ultimo tour e della loro prossima esibizione al Download Festival UK, il 16 giugno. Il liquore amaro tedesco, nasce dall’infusione di 56 varietà di pregiate erbe, radici, frutti e […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi