Ghiaccio scoppia il caso “Quanto ghiaccio nei drink”

ghiaccio nei cocktail

Scoppia il caso “ghiaccio nei drink”. Una barista creator si lamenta per la richiesta di un drink senza ghiaccio ma le polemiche non si placano. Ma quanto ghiaccio va nei cocktail?

Jemima June e il caso Ghiaccio nei drink

In un video pubblicato su TikTok la barista e creator Jemima June racconta di come spesso le vengano chiesti cocktail senza ghiaccio. Nel video postato da Jemima un cliente del bar in cui lavora, ci troviamo in Nashville, chiede “una tequila al mirtillo, senza ghiacco“. Se vuoi vedere il video incriminato, eccolo:

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo

Corso Professionale Certificato. Attestato Riconosciuto. Scuola Accreditata dalla Regione Lazio.

La barista tiene a precisare che, se si desidera bere di più, è necessario chiedere “un doppio” e non eliminare l’alcol. Anzi, alza il tiro affermando che la pretesa di non avere ghiaccio assomiglia fin troppo ad una truffa.

La polemica è servita! Il video è presto diventato virale ed ha raccolto tantissimi commenti. A dire il vero molti hanno appoggiato la barista dicendo che, chi non vuole ghiaccio, non conosce le basi della mixologia. C’è però chi pensa che il ghiaccio serva solo a rendere il drink annacquato.

Ma dove sta la verità? Scopriamo insieme a cosa serve esattamente il ghiaccio messo nei drink.

A cosa serve il ghiaccio nei cocktail?

Il ghiaccio è un elemento chiave in molti cocktail e svolge diversi ruoli importanti nella preparazione e nel servizio di diverse bevande. Ecco alcune considerazioni sull’utilizzo del ghiaccio nei cocktail:

  1. Raffreddamento: Il ghiaccio raffredda il cocktail mescolandosi con gli ingredienti. Più freddo è il cocktail, migliore sarà la tua esperienza di degustazione. Un cocktail ben raffreddato è più gradevole al palato.
  2. Diluizione: Il ghiaccio si scioglie nel cocktail, diluendo gli ingredienti. Questo è un processo importante per bilanciare i sapori e ridurre l’intensità alcolica. La diluizione può variare a seconda del tipo e della quantità di ghiaccio utilizzato.
  3. Presentazione: Il ghiaccio può essere utilizzato anche per dare un tocco estetico al cocktail. Puoi utilizzare ghiaccio tritato, cubetti di ghiaccio trasparenti o ghiaccio scolpito per creare un aspetto accattivante.

I diversi tipi di ghiaccio

Esistono diversi tipi di ghiaccio, come cubetti, ghiaccio tritato, ghiaccio frullato e ghiaccio a sfera. Ognuno di essi ha caratteristiche diverse e può influenzare il cocktail in modi unici. Ad esempio, il ghiaccio tritato si scioglie più velocemente, mentre i cubetti possono fornire un raffreddamento più graduale.

Attenzione alla Qualità! La qualità dell’acqua utilizzata per fare il ghiaccio è importante. L’uso di acqua pulita influisce sulla purezza del ghiaccio e, di conseguenza, sul sapore del cocktail.

Strumenti per il Ghiaccio

Puoi utilizzare diversi strumenti per preparare il ghiaccio nei cocktail, come sacchetti per ghiaccio tritato, stampi per cubetti di ghiaccio speciali o presse per ghiaccio a sfera.

E’ inoltre importante conservare il ghiaccio in modo adeguato per evitare che assorba odori indesiderati dal congelatore o dal frigorifero. Se desideri cimentarti nella preparazione dei drink a casa, ricorda che il ghiaccio è un componente fondamentale in molti cocktail, quindi sperimenta con le dimensioni, le forme e le tecniche di preparazione del ghiaccio per trovare la combinazione perfetta per il tuo cocktail preferito.

Cerchi Lavoro? Diventa un Bartender Professionista

Scuola Accreditata dalla Regione Lazio. Corsi Professionali Certificati. Attestato Riconosciuto. Inserimento nel Mondo del Lavoro al Termine del Corso.

FacebookInstagramYouTube