Festeggia le nozze con gin fatto in casa e muore nel sonno

gin fatto in casa
gin fatto in casa

Festeggia le nozze con 4 amici bevendo gin fatto in casa: donna trentaquattrenne muore nel sonno.

“Il matrimonio è il giorno più bello della propria vita e merita di essere festeggiato al meglio”. Deve aver pensato così la donna che ha deciso di rendere omaggio alle proprie nozze passando un weekend con gli amici per brindare alle nozze imminenti e ai suoi ultimi giorni da celibe. Purtroppo per Sarah Howson, 34 anni, le cose non sono andate come sperava e non è mai riuscita ad arrivare all’altare. Sara è infatti morta per quello che solo adesso è stato confermato come un avvelenamento da alcol dopo aver bevuto del gin che lei stessa aveva fatto in casa.
La storia ha inizio l’undici ottobre del 2019, quando Sarah decise di trascorrere un weekend in compagnia di amici al Westfield Country Park di Fitling, in Gran Bretagna.

Cerchi Lavoro? Diventa un Bartender Professionista

Scuola Accreditata dalla Regione Lazio. Corsi Professionali Certificati. Attestato Riconosciuto. Inserimento nel Mondo del Lavoro al Termine del Corso.

Un weekend tra amici come se ne trascorrono tanti, all’insegna del buon cibo, un po’ d’alcol e tanto divertimento. Il passo dalla festa alla tragedia è, però, fin troppo breve. Ma cosa è successo? I suoi compagni di viaggio raccontano che la seconda notte, dopo aver bevuto vino, Sarah aprì una bottiglia di gin che aveva fatto in casa. Alle 3 di notte del 13 ottobre l’hanno aiutata a mettersi a letto perché non si sentiva bene. Come è descritto in un rapporto della polizia «Riusciva a parlare e poteva camminare. Gli amici le hanno messo il pigiama e l’hanno messa a letto. Sembrava molto ubriaca».

Beve troppo gin, la tragedia al mattino

Verso le 5 del mattino, gli amici l’hanno controllata: sembrava stesse dormendo, ma alle 6.30 si sono accorti che non rispondeva più. Le hanno effettuato un massaggio cardiaco in attesa dei medici che, una volta sul posto, non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso alle 7.04. Dopo la morte il medico legale Michael Mellun ha lavorato per mesi per comprendere cosa abbia portato al decesso di Sarah e i risultati non lasciano dubbi: è stato un avvelenamento da alcol. «Una quantità eccessiva di alcol è stata assunta in un periodo di tempo relativamente breve – ha detto Mellun. All’alcol di venerdì sera si è aggiunto quello di sabato, una quantità che il corpo di Sarah non è riuscita a tollerare».

Gin fatto in casa

Il Gin è una bevanda alcolica ottenuta dalla distillazione di un fermentato ricavato solitamente da cereali (ma anche da vino, mela o patate) in cui viene messa a macerare una miscela di erbe, spezie, piante, bacche e radici denominate botanicals (in italiano Botaniche). Restano imprescindibili le bacche di ginepro, usate proprio per conferire al Gin il tipico profumo e gusto.

Come fare il gin in casa? Non è complicato, anzi, è stato fatto per secoli. Ovviamente non è possibile distillarlo senza un alambicco, ma creare il proprio spirito che possa essere chiamato “gin” è possibile. 

Ingredienti

  • 750ml di vodka premium
  • 2 cucchiai o più di bacche di ginepro
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo
  • 2 baccelli di cardamomo
  • 2 grani di pepe
  • Mezzo bastoncino di cannella
  • Un pezzettino di buccia d’arancia essicata (togli la parte bianca perché è molto amara)
  • Un pezzettino di buccia di limone essicata (senza la parte bianca)

Preparazione

Sterilizza un barattolo o una bottiglia di vetro puliti con dell’acqua calda.

Metti le botaniche nel contenitore sterilizzato e riempi con la vodka.

Lascia in infusione in un posto freddo e buio per 24 ore. Aggiungi le bucce fresche se le hai e le botaniche delle quali vuoi accentuare il sapore.

Lascia in infusione per altre 24 ore, agitando leggermente la bottiglia almeno una volta. Fai attenzione a non lasciarla in infusione troppo a lungo.

A questo punto filtra via tutte le botaniche con un setaccio e lascia riposare il liquido per un paio di giorni poi filtra ancora ogni altro residuo.

Ora non ti resta che imbottigliare il tuo gin.

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo

Corso Professionale Certificato. Attestato Riconosciuto. Scuola Accreditata dalla Regione Lazio.

FacebookInstagramYouTube