gin fatto in casa

Festeggia le nozze con 4 amici bevendo gin fatto in casa: donna trentaquattrenne muore nel sonno.

“Il matrimonio è il giorno più bello della propria vita e merita di essere festeggiato al meglio”. Deve aver pensato così la donna che ha deciso di rendere omaggio alle proprie nozze passando un weekend con gli amici per brindare alle nozze imminenti e ai suoi ultimi giorni da celibe. Purtroppo per Sarah Howson, 34 anni, le cose non sono andate come sperava e non è mai riuscita ad arrivare all’altare. Sara è infatti morta per quello che solo adesso è stato confermato come un avvelenamento da alcol dopo aver bevuto del gin che lei stessa aveva fatto in casa.
La storia ha inizio l’undici ottobre del 2019, quando Sarah decise di trascorrere un weekend in compagnia di amici al Westfield Country Park di Fitling, in Gran Bretagna.

Lavorare Viaggiando o Viaggiare Lavorando?

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo! Corsi Barman & Barlady Certificati. Attestato Riconosciuto. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.

Un weekend tra amici come se ne trascorrono tanti, all’insegna del buon cibo, un po’ d’alcol e tanto divertimento. Il passo dalla festa alla tragedia è, però, fin troppo breve. Ma cosa è successo? I suoi compagni di viaggio raccontano che la seconda notte, dopo aver bevuto vino, Sarah aprì una bottiglia di gin che aveva fatto in casa. Alle 3 di notte del 13 ottobre l’hanno aiutata a mettersi a letto perché non si sentiva bene. Come è descritto in un rapporto della polizia «Riusciva a parlare e poteva camminare. Gli amici le hanno messo il pigiama e l’hanno messa a letto. Sembrava molto ubriaca».

Beve troppo gin, la tragedia al mattino

Verso le 5 del mattino, gli amici l’hanno controllata: sembrava stesse dormendo, ma alle 6.30 si sono accorti che non rispondeva più. Le hanno effettuato un massaggio cardiaco in attesa dei medici che, una volta sul posto, non hanno potuto far altro che dichiararne il decesso alle 7.04. Dopo la morte il medico legale Michael Mellun ha lavorato per mesi per comprendere cosa abbia portato al decesso di Sarah e i risultati non lasciano dubbi: è stato un avvelenamento da alcol. «Una quantità eccessiva di alcol è stata assunta in un periodo di tempo relativamente breve – ha detto Mellun. All’alcol di venerdì sera si è aggiunto quello di sabato, una quantità che il corpo di Sarah non è riuscita a tollerare».

Gin fatto in casa

Il Gin è una bevanda alcolica ottenuta dalla distillazione di un fermentato ricavato solitamente da cereali (ma anche da vino, mela o patate) in cui viene messa a macerare una miscela di erbe, spezie, piante, bacche e radici denominate botanicals (in italiano Botaniche). Restano imprescindibili le bacche di ginepro, usate proprio per conferire al Gin il tipico profumo e gusto.

Come fare il gin in casa? Non è complicato, anzi, è stato fatto per secoli. Ovviamente non è possibile distillarlo senza un alambicco, ma creare il proprio spirito che possa essere chiamato “gin” è possibile. 

Ingredienti

  • 750ml di vodka premium
  • 2 cucchiai o più di bacche di ginepro
  • 1 cucchiaino di semi di coriandolo
  • 2 baccelli di cardamomo
  • 2 grani di pepe
  • Mezzo bastoncino di cannella
  • Un pezzettino di buccia d’arancia essicata (togli la parte bianca perché è molto amara)
  • Un pezzettino di buccia di limone essicata (senza la parte bianca)

Preparazione

Sterilizza un barattolo o una bottiglia di vetro puliti con dell’acqua calda.

Metti le botaniche nel contenitore sterilizzato e riempi con la vodka.

Lascia in infusione in un posto freddo e buio per 24 ore. Aggiungi le bucce fresche se le hai e le botaniche delle quali vuoi accentuare il sapore.

Lascia in infusione per altre 24 ore, agitando leggermente la bottiglia almeno una volta. Fai attenzione a non lasciarla in infusione troppo a lungo.

A questo punto filtra via tutte le botaniche con un setaccio e lascia riposare il liquido per un paio di giorni poi filtra ancora ogni altro residuo.

Ora non ti resta che imbottigliare il tuo gin.

Corso Barman Certificato | Scuola Accreditata Regione Lazio

Corso Barman & Barlady Professionale. Attestato Riconosciuto per Lavorare in Tutto il Mondo. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.

ULTIME DAL BLOG

world vermouth award

World Vermouth Awards premia riserva Carlo Alberto White di Compagnia dei Caraibi. Compagnia dei Caraibi, azienda piemontese che importa e distribuisce distillati di alta qualità da tutto il mondo, aggiunge un importante riconoscimento al novero dei suoi brand premiati. Riserva Carlo Alberto White, una delle referenze ultra premium di Compagnia dei Caraibi ha infatti ottenuto un’oro […]

birra 6 errori da evitare

Birra: 6 errori che non sai di commettere quando la bevi. Chi non ama la birra? Rinfresca le estati più torride, è la perfetta compagna della classica pizza tra amici, suggella confidenze al bar… Nonostante siano in molti a consumare regolarmente birra spesso si commettono piccoli errori involontari che arrivano comunque a comprometterne e ridurre la sua qualità.  Diventa […]

cocktail, origine dei nomi

I cocktail più famosi al mondo hanno nomi esotici, vocativi, misteriosi… Spesso la loro origine è incerta ma è altrettanto vero che l’aura di mistero che li circonda contribuisce ad incrementarne il fascino. Scopriamo insieme l’origine dei nomi di alcuni dei cocktail più famosi al mondo. Corso Barman Certificato | Scuola Accreditata Regione Lazio Corso […]

Winelivery

Winelivery è una start up nata da un’esigenza: non restare mai senza la possibilità di fare un bel brindisi. Non a caso l’idea è nata da tre ragazzi che, in una serata tra amici, si sono ritrovati senza neanche una bottiglia da stappare. Ecco perché ora puntano tutto sul trasporto veloce e gratuito, oltre che […]

Mag La Pusterla

Mag La Pusterla a Milano è più di un locale, è un simbolo di resilienza. Decidere di aprire una nuova attività nonostante l’emergenza sanitaria in corso richiede coraggio e un pizzico di follia. Ma non sono forse questi i progetti che poi danno più soddisfazione? Il gruppo Farmily, fondato dal mixologist Flavio Angiolillo con i […]

whisky ken il guerriero

Dal Giappone arriva il whisky di Ken il Guerriero e Raoul. Siamo abituati alle follie che arrivano dal Giappone, ma ogni volta non possiamo fare a meno di sorprenderci e di sorriderne. Questa volta però, vi si chiede una prova di coraggio: siete capaci a reggere l’alcol invece di esplodere senza che nessuno vi abbia […]

Box The gin way

The Gin Way: l’abbonamento che ti porta a casa il gin e ti fa ricevere ogni mese una selezione esclusiva di Gin Premium Made in Italy. Il tutto in una box a sorpresa che contiene anche ricette e tutto l’occorrente per preparare i tuoi cocktail a base di gin. The Gin Way nasce dalla passione […]

Vodka Belvedere Heritage 176

Belvedere lancia Heritage 176, la vodka che non è una vodka. Propone infatti un nuovo distillato che, con un 2% di segale maltata in aggiunta, esce dai canoni della classica vodka per proporre a professionisti e consumatori un nuovo distillato pensato anche e soprattutto per la miscelazione. Una nuova referenza che nasce da anni di studi […]

Carico a Milano

Carico a Milano: un bistrot sperimentale che serve cocktail e cibo; un contenitore di cibo, bevande e idee innovative realizzato da Domenico Carella e Lorenzo Ferraboschi. Il nome è molto particolare e sicuramente ti starai chiedendo cosa sta ad indicare. Carico, o come si legge sull’insegna [Cà-ri-co], sta per “casual risto cocktail”. Si trova a Milano, via […]

Inviaci una mail
+39 06 66410497
WhatsApp +39 339 2123387
WhatsApp Chat
Orari di Ufficio: 09.00 - 13.30
Invia via WhatsApp

Contact Form