Don the Beachcomber’s “Missionary’s Downfall”

Missionary's Downfall

tiki

Una delle cose che più spesso viene in mente durante l’inverno è il ricordo dell’estate passata, e la speranza dell’avvicinarsi di quella seguente.
Una delle cose che più spesso viene in mente pensando all’estate (dal punto di vista di barman e consumatori di drink) è sicuramente il pensiero di un bel cocktail su una spiaggia caraibica… magari poi uno sulla spiaggia caraibica non ci va, ma pensare è gratis, giusto?
Beh, a questo punto l’occhio mi cade sulla libreria, su quel bel volumetto di Beachbum Berry, “Grog Log”, che tra fumetti, pirati e palme, elenca dei drink il cui solo pensiero evoca forte la mia “spiaggia caraibica” di questa mattinata gelida!
Il pensiero sulla scelta di una ricetta ricade ovviamente sul “papà” delle “rapsodie di rum”, Donn Beach.
Un cocktail molto leggero, fresco e sicuramente adatto a un gran numero di gente, è il Missionary’s Downfall, realizzato dall’autore nel 1948.

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo

Corso Professionale Certificato. Attestato Riconosciuto. Scuola Accreditata dalla Regione Lazio.

  • 4 rametti di menta fresca
  • mezza fetta d’ananas fresco
  • 1 ½ oz succo di lime
  • ½ oz peach brandy
  • ¼ oz sciroppo di zucchero
  • 1 oz light Puerto Rican rum

Preparazione.
Selezionare le foglie dai rametti e scartarli. Posizionare le foglie in un blender con gli altri ingredienti e 14 oz di ghiaccio tritato. Frullare fino ad arrivare a una buona densità. Versare in un bicchiere hurricane o in un tiki mug alto

Considerazioni.
Come si può notare questo è un drink molto leggero, solo 1 oz di rum bianco… strano conoscendone l’autore! Volendo si può rendere più particolare inserendo un rum sempre dello stesso stile, ma magari scuro (es. seguendo Beachbum Berry, Bacardi reserva). Personalmente aumenterei la quantità del doppio.
Frullare la menta difficilmente porta a risultati soddisfacenti. Consiglio di preparare il drink e inserire solo successivamente la menta fresca, magari mescolando.
Peach brandy, non Peach Three per favore!!!! Non me ne vogliano i produttori, ma sicuramente il risultato finale tra i due prodotti è sostanzialmente diverso. In estate valutate anche l’ipotesi di inserire una fettina di pesca (magari bianca) nel blender.
Una volta inseriti gli ingredienti assaggiate per valutare il rapporto sweet&sour; calcolate che frullando ci sarà bisogno di una punta di dolcezza in più.
Gustate questo drink semplice ma gustoso, e il contrasto tra il freddo del bicchiere e il calore che genererà il sapore vi porterà subito sulla vostra spiaggia. Salute!

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo

Corso Professionale Certificato. Attestato Riconosciuto. Scuola Accreditata dalla Regione Lazio.

FacebookInstagramYouTube