Diventare barman

Diventare barman

Per diventare barman hai 2 possibilità:

  • imparare sul posto di lavoro cercando di “rubare” il più possibile dal barman con il quale lavori;
  • frequentare un Corso di Formazione Professionale. In questo modo avrai la possibilità di studiare e di prepararti professionalmente per mettere poi in pratica tutto quello che hai appreso in un contesto lavorativo adeguato.

Meglio la prima o la seconda opzione per diventare barman?

Cerchiamo di analizzare insieme i pro e i contro di entrambe le opzioni.

IMPARARE SUL POSTO DI LAVORO

PRO:
– Il grande vantaggio di imparare questa professione sul posto di lavoro è il costo, in quanto questa soluzione è praticamente gratuita dal momento la maggior parte dei gestori di bar e locali è più che mai disponibile ad avere degli apprendisti a basso costo da affiancare ai loro barman di ruolo.

CONTRO:
– Se è vero che il costo è praticamente nullo è anche vero che i tempi per apprendere il mestiere sono inevitabilmente lunghi. L’apprendistato può durare molti mesi il che si traduce in un un mancato guadagno piuttosto consistente e quindi  in una perdita economica.

– Altro fattore non trascurabile è il livello di preparazione del barman da cui si apprende. Se il livello fosse piuttosto basso, lo sarà di conseguenza anche il nostro. E se anche fossimo stati fortunati nel trovare un barman professionista da cui imparare, non è detto che questi sia disposto ad insegnarci o che sia in grado di farlo adeguatamente.

Analizziamo i PRO e i CONTRO dell’altra opzione.

FREQUENTARE UN CORSO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE

PRO:
– Frequentare il giusto corso di formazione professionale ti consente di avere una preparazione sufficiente per iniziare a lavorare in locali come discoteche, pub e discopub, già al termine del corso (il nostro corso barman dura 56 ore), il che significa che potrai iniziare a lavorare da subito e rientrare in pochissimo tempo dell’investimento fatto.

– Alcuni scuole di formazione professionale prevedono al termine del corso dei periodi di stage all’interno dei locali che permettono agli allievi di mettere in pratica le nozioni acquisite durante il corso e per avere un primo approccio con la professione del barman e il mondo del bar. La nostra Scuola prevede al termine del corso da barman e barlady 16 ore di stage.

– Terminato il corso da barman professionale e il periodo di stage potrai iniziare a cercare lavoro come barman.
FPU Barman Academy operando nel settore dal 1999 ed essendo un Ente di Formazione Accreditato dalla Regione Lazio, è un punto di riferimento per tutte le aziende che ricercano personale qualificato ed offre un servizio di agenzia del lavoro per barman. La maggior parte dei corsisti trova lavoro dopo qualche settimana.

CONTRO:
Assicurati che la scuola di formazione a cui ti rivolgi sia certificata.
La formazione professionale, se svolta presso strutture non Accreditate dalle Regione o non certificate potrebbe tradire le attese.
A Roma ci sono molte scuole e centri formazione che affermano di essere “certificate” e “riconosciute” a livello internazionale, quando in realtà non lo sono neanche a livello locale o regionale. Se vuoi investire il tuo tempo ed i tuoi soldi in un corso da barman, fallo presso una Scuola Barman specializzata nella formazione professionale!
FPU Barman Academy è un Ente di Formazione Accreditato dalla Regione Lazio in virtù degli standard qualitativi raggiunti che vanno dalla sede dei corsi alla preparazione dei docenti, dalla qualità dei programmi didattici ai successi ottenuti dai nostri allievi in ambito professionale.
Perchè scegliere una Scuola Barman Accreditata dalla Regione Lazio

ULTIME DAL BLOG

10Ago 2019
Sangria

La sangria è la bevanda spagnola per antonomasia, il cui nome deriva dal termine spagnolo “sangre” (“sangue”), dovuto al colore rosso rubino anche se esiste una Sangria meno “sanguigna”, chiamata Sangria Blanca a base di spumante o vino bianco molto diffusa in Catalogna. Una bevanda tipicamente estiva, rinfrescante a base di vino, spezie e frutta […]

09Ago 2019
Atomik

Atomik la vodka prodotta nella zona di esclusione di Chernobyl, il primo prodotto di consumo proveniente dall’area abbandonata attorno alla centrale nucleare danneggiata. “La nostra idea era di usare la segale per creare uno spirito”, dice il professor Jim Smith a capo di un team di ricercatori dell’Università inglese di Portsmouth, nel Regno Unito, che […]

07Ago 2019
Robot Barman

Robot Barman: fantascienza o realtà? I Robot sostituiranno i tradizionali baristi, barman e barlady in carne ossa dietro al bancone? Chi lo sa, ma sicuramente un po’ di inquietudine per il futuro la mettono. Nel 2016 i Robot Barman avevano fatto la loro apparizione a bordo delle navi della flotta Royal Caribbean International. B1-0 e […]

19Lug 2019
sex on the beach

Ricetta 4 cl | 1 1/4 oz vodka 2 cl | 3/4 oz Peach Schnapps o Peach Tree (liquore alla pesca) 6 cl | 2 oz succo d’arancia Top succo di cranberry Preparazione Versare la vodka, il Peach Schnapps o Peach Tree e il succo di arancia nello shaker. Aggiungere ghiaccio e shakerare per 8/10 […]

16Lug 2019
throwing

Il throwing è una tecnica di miscelazione che negli ultimi anni ha trovato larghi consensi tra i bartender di tutto il mondo, ma che ha origini molto antiche. Le popolazioni asiatiche la utilizzavano e la utilizzano ancora oggi per raffreddare il tè caldo. Anche in Spagna, questa tecnica era conosciuta ed utilizzata nel rituale del […]

12Lug 2019
boulevardier

Ricetta 1/3 | 3 cl | 1 oz bourbon whiskey 1/3 | 3 cl | 1 oz bitter Campari 1/3 | 3 cl | 1 oz vermouth rosso Guarnizione: scorza di aarancia Preparazione Versare tutti gli ingredienti nel mixing glass, precedentemente raffreddato. Aggiungere ghiaccio e mescolare per circa 10 secondi. Filtrare il contenuto del mixing […]

09Lug 2019
Varianti intriganti dello Spritz

Varianti intriganti dello Spritz Lo Spritz è senza dubbio il cocktail aperitivo italiano per antonomasia, facile da preparare e facile da bere. Si versano all’interno del calice da vino pieno di ghiaccio , Aperol o Campari , prosecco, una spruzzata di acqua gassata e il gioco è fatto!  Il nome Spritz, di origine austriaca, deriva infatti dal verbo “spritzen” che […]

05Lug 2019
Jim Beam

Jim Beam: in fiamme 45.000 barili di bourbon! Negli Stati Uniti e più precisamente a Versailles, nel Kentucky, un incendio ha distrutto un enorme magazzino di Jim Beam, mandando in fiamme 45.000 barili di bourbon. L’incendio è scoppiato intorno alle 23:30 locali di martedì 2 luglio. Chi o cosa possa aver provocato l’incendio è ancora […]

02Lug 2019
Sazerac

SAZERAC Ricetta 1 ¾ oz | 5 cl | Cognac ¾ oz | 2 cl | Assenzio 1 | Zolletta di zucchero 1 dashes | Peychaud’s Bitters Preparazione Riempire un tumbler basso di ghiaccio. In un mixing glass mettere la zolletta di zucchero bagnata di Peychaud’s Bitters, il Cognac e sciogliere tutto con il pestello. […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi