come spillare la birra

Come spillare la birra per valorizzarne il gusto?  La qualità della birra, è assodato, dipende anche dalla spillatura. Non è solo una questione di tecnicismi da appassionati, se spillata bene il suo gusto può cambiare radicalmente. Nel corso degli anni la spillatura è diventata un vero e proprio rito che può fare la differenza! Ma qual è il metodo più corretto per spillare la birra?

Spillare la birra

Birra: Bevanda alcolica, ottenuta dalla fermentazione dell’orzo, resa aromatica dal luppolo; b. alla spina, spillata direttamente dai barili mediante rubinetto a pressione.

La denominazione ”birra” e’ riservata al prodotto ottenuto dalla fermentazione alcolica con ceppi di saccharomyces carlsbergensis o di saccharomyces cerevisiae di un mosto preparato con malto, anche torrefatto, di orzo o di frumento o di loro miscele ed acqua, amaricato con luppolo o suoi derivati o con entrambi.

Definizione a parte, la birra è una delle bevande alcoliche più diffuse e amate nel mondo e la giusta spillatura diventa indispensabile per valorizzarne il gusto.

I tre metodi per spillare la birra

I metodi per spillare la birra sono essenzialmente tre:

  • Belga,
  • Britannica,
  • Tedesca.

Ma su quale puntare per esaltarne il gusto? Si tratta di tre sistemi che sono entrati in competizione tra di loro, ma che, se ben eseguiti, sono tutti in grado di offrire la miglior birra possibile. Ovviamente dipende anche dal tipo di birra.

spillare la birra

Vediamoli insieme nel dettaglio:

Modo inglese

E’ detto inglese anche perché in Inghilterra è pratica consueta il contatto del beccuccio terminale con la schiuma nel bicchiere e, anche per questo motivo, richiede un’accurata manutenzione e una rigorosa igiene dell’impianto.

Richiede l’utilizzo di una pompa aspirante e premente in cui piccole valvole di non ritorno impediscono alla birra contenuta nel cilindro della pompa di rifluire verso il fusto.
Il metodo di spillatura della birra inglese è caratterizzato dalla presenza di poca schiuma.  Questo perchè la spillatura “a pompa” produce poca anidride carbonica rispetto ad altri sistemi.
C’è però stata un’evoluzione volta ad andare incontro ai gusti della clientela che vuole una schiuma più abbondante. E’ bastato aggiungere un dispositivo, chiamato sparkler, che serve a produrre più schiuma. In pratica è un diffusore che facilita la miscelazione dell’aria con la birra. C’è chi sostiene che l’utilizzo dello sparkler aumenti il carattere maltato dell’aroma facendo però perdere parte dell’aroma del luppolo.

Modo belga

Il metododi spillatura belga, anche chiamato olandese o fiammingo, prevedono che:

  • Si riempia molto velocemente il bicchiere (circa in 3 secondi per un bicchiere da 0,2 litri);
  • Venga fatta scorrere una spatola sul bordo del bicchiere, tenendola a circa 45 gradi per rimuovere la schiuma eccedente il bordo del bicchiere;
  • Si immerga il bicchiere in acqua fresca per togliere la birra e la schiuma che ricopre la parete esterna del bicchiere;
  • Venga riposta la spatola in un recipiente contenente acqua fresca e mezzo limone. L’acuq dovrà essere cambiata molto frequentemente. In alternativa si potrà usare acqua corrente.

Modo tedesco

Il metodo tedesco si divide a sua volta in due diverse tipologie. A fare la differenza è l’esistenza, o l’assenza, di un compensatore nel rubinetto erogatore. Per entrambi i metodi ci sono, però, delle regole imprescindibili. Il bicchiere può essere tenuto obliquo sotto il rubinetto e il beccuccio non deve mai toccare bicchiere, birra o schiuma. E’ importante che l’apertura del rubinetto sia rapida e decisa. La prima birra che esce dal rubinetto va fatta schizzare in un bicchiere; secondo alcuni è un’operazione che va fatta ad ogni spillatura. C’è invece chi sostiene che basti farlo solo dopo pause di mezz’ora.

Rubinetto con compensatore

Quando siamo in presenza di un rubinetto dotato di compensatore, si dovrà:

  • Riempire il bicchiere lentamente, circa 4-5 secondi per un bicchiere da 0,2 litri
  • Invertire la posizione della leva di comando del rubinetto verso la fine della fase di riempimento. Questo permetterà alla birra di formare una corona.

Rubinetto senza compensatore

Se invece si possiede un rubinetto senza compensatore, definito ‘a maschio’, si dovrà:

  • Riempire il bicchiere prestando attenzione a non far traboccare la schiuma;
  • Attendere circa un minuto;
  • Completare l’operazione portando velocemente il livello della birra al punto giusto e creando il cappello di schiuma;

Questo tipo di spillatura “in 3 colpi” si rende necessaria per eliminare il gas in eccesso aggiunto per motivi di conservazione e dovuto alla spillatura, le birre tedesche sono infatti prodotti da bere poco frizzanti.

E se la birra è in bottiglia? Ecco QUI come fare

ULTIME DAL BLOG

16Lug 2019
throwing

Il throwing è una tecnica di miscelazione che negli ultimi anni ha trovato larghi consensi tra i bartender di tutto il mondo, ma che ha origini molto antiche. Le popolazioni asiatiche la utilizzavano e la utilizzano ancora oggi per raffreddare il tè caldo. Anche in Spagna, questa tecnica era conosciuta ed utilizzata nel rituale del […]

12Lug 2019
boulevardier

Ricetta 1/3 | 3 cl | 1 oz bourbon whiskey 1/3 | 3 cl | 1 oz bitter Campari 1/3 | 3 cl | 1 oz vermouth rosso Guarnizione: scorza di aarancia Preparazione Versare tutti gli ingredienti nel mixing glass, precedentemente raffreddato. Aggiungere ghiaccio e mescolare per circa 10 secondi. Filtrare il contenuto del mixing […]

09Lug 2019
Varianti intriganti dello Spritz

Varianti intriganti dello Spritz Lo Spritz è senza dubbio il cocktail aperitivo italiano per antonomasia, facile da preparare e facile da bere. Si versano all’interno del calice da vino pieno di ghiaccio , Aperol o Campari , prosecco, una spruzzata di acqua gassata e il gioco è fatto!  Il nome Spritz, di origine austriaca, deriva infatti dal verbo “spritzen” che […]

05Lug 2019
Jim Beam

Jim Beam: in fiamme 45.000 barili di bourbon! Negli Stati Uniti e più precisamente a Versailles, nel Kentucky, un incendio ha distrutto un enorme magazzino di Jim Beam, mandando in fiamme 45.000 barili di bourbon. L’incendio è scoppiato intorno alle 23:30 locali di martedì 2 luglio. Chi o cosa possa aver provocato l’incendio è ancora […]

02Lug 2019
Sazerac

SAZERAC Ricetta 1 ¾ oz | 5 cl | Cognac ¾ oz | 2 cl | Assenzio 1 | Zolletta di zucchero 1 dashes | Peychaud’s Bitters Preparazione Riempire un tumbler basso di ghiaccio. In un mixing glass mettere la zolletta di zucchero bagnata di Peychaud’s Bitters, il Cognac e sciogliere tutto con il pestello. […]

29Giu 2019
hugo

HUGO  Ricetta La ricetta originale prevede: – 15 cl di prosecco – 2 cl di sciroppo di melissa – uno spruzzo di soda – foglie di menta Decorazione: una fetta di lime La ricetta più diffusa è quella con lo sciroppo di fiori di sambuco al posto dello sciroppo di melissa: – 6 cl (40%) […]

24Giu 2019
Tequila Sunrise

TEQUILA SUNRISE Ricetta 4,5 cl. di tequila 9 cl. di succo d’arancia 1,5 cl. di granatina Preparazione Versare la tequila ed il succo d’arancia in un bicchiere da long drink pieno di ghiaccio a cubetti. Mescolare, dopodichè versare lo sciroppo di granatina che andrà a depositarsi sul fondo del bicchiere. A questo punto mescolare delicatamente […]

22Giu 2019
ginger beer

Ginger Beer In Italia fino a qualche anno fa era praticamente sconosciuta, ma oggi non se ne può fare a meno. Molti lo hanno conosciuto ed hanno imparato ad apprezzarlo bevendo il Moscow Mule, probabilmente uno dei cocktail più di moda negli ultimi anni nonostante la ricetta sia stata concepita nel lontano 1947. Anche la […]

17Giu 2019
Quinta da Pacheca

Vacanze alternative? Ecco la soluzione che fa per voi! Non avete ancora prenotato per le vacanze estive e siete alla ricerca di qualcosa alternativo? Dormire in una grande botte di vino, circondato da un vigneto potrebbe essere la soluzione che fa per voi. Tra le rinomate colline del prosecco, a Vittorio Veneto, a pochi chilometri […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi