cocktail salato

Cocktail salato, la nuova tendenza dell’estate! Sembra un’azzardo ma in realtà sarà uno dei cocktail più in voga. Si tratta di drink a base salina realizzati con alghe marine, salamoia, alga kombu e… cipolle marinate!

Cocktail salato, il nuovo trend

Sìete più modaioli della Ferragni? Non potete proprio rinunciare a distinguervi? Le scelte ripetitive e tutte uguali non fanno per voi? Quest’estate potrete azzardare e uscire dalla monotonia del solito Spritz richiedendo un cocktail salato. I mixologist lo hanno decretato: sarà un vero e proprio ‘mai più senza’.

I cocktail salati classici

Restando tra i clessici cocktail che prevedono l’uso del sale, non possiamo non citare Margherita e Blody Mary.

Margarita

Il Margarita un cocktail storico, preparato con la tequila, la famosa acquavite brasiliana distillata dall’agave. Ricade nella categoria dei cocktail sour, ossia quei drink preparatati con un distillato, succo e correttore.

Ingredienti

  • 3,5 cl di tequila
  • 2 cl di triple sec
  • 1,5 cl di succo fresco di lime o limone

Preparazione

Mettete del ghiaccio in una coppa da Margarita per raffreddarla, toglietelo e bagnate leggermente il bordo del bicchiere con una fetta di lime. Immergete il bordo della coppetta nel sale e girate velocemente, scuotete per togliere l’eccesso.

Spremete un lime e filtratene il succo. Mettete tutti gli ingredienti, assieme a del ghiaccio, in uno shaker e scuotete per 12 secondi. A questo punto versate nella coppa bordata di sale.

Bloody Mary

L’inventore del Bloody Mary fu il barman francese Fernand Petiot nel 1920, mentre lavorava al famoso Harry’s New York bar a Parigi.

Ingredienti:

  •  1 e 1/2 oz Vodka
  • 3 oz Succo di pomodoro
  • 1/2 oz Succo di limone fresco
  • 2-3 dashes di Worchestershire Sauce
  • Tabasco
  • Sale/Sale di sedano
  • Pepe

Versare tutti gli ingredienti in un bicchiere “alto” con ghiaccio e miscelare delicatamente.

Cocktail salati, le novità che fanno moda

Ma volendo andare oltre ai classici Margarita e Bloody Mary, saranno molti i cocktail salati che verranno proposti come novità assolute da provare! La sperimentazione porta alla ricerca di nuovi abbinamenti e nuovi sapori. Sono sempre di più i bartender che decidono di sfruttare la sapidità per esaltare la dolcezza e l’acidità di un cocktail.

Secondo molti mixologist  la sensazione di sapidità può essere il legante che fa combaciare ingredienti che altrimenti non potrebbero combinarsi altrettanto bene.

Ma quali sono gli ingredienti più originali utilizzati per conferire il  sapore salato ad un drink? Le opzioni sono infinite e vanno dall’acqua di mare ad alcune alghe.

Un esempio tra tutti è dato dalla salicornia, una pianta che cresce vicino agli specchi d’acqua salata e che viene spesso utilizzata nella preparazione dei cocktail salati. Ha un sapore che ricorda molto la salsedine marina e ben si presta a diverse preparazioni. C’è chi ha provato a trasformarla in uno sciroppo e chi invece la lascia a macerare nell’alcol per estrarne le essenze.

Anche il vermouth viene utilizzato, in combinazione con alcune alghe, per ottenere un sapore salato che tanto ricorda il mare e le spiagge. Unito ad un whisky giapponese e alll’assenzio, crea un gusto unico che ricorda il caramello salato, con una punta di cioccolato.

C’è chi aggiunge al Dirty Martini salamoia in parti uguali con il Vermouth.

Senza dimenticare poi il Coral Bay preparato con alga kombu, cipolle marinate, infusione di coriandolo, peperone, sciroppo di lime.

E per gli amanti dello Champagne, e dei sapori insoliti, consigliamo lo Champagne Mary: acqua filtrata di pomodorini pestati, Champagne, sale, pepe, sciroppo di timo, polvere di nocciola e oliva.

cocktail salato

 

ULTIME DAL BLOG

17Set 2019
sbornia

Probabilmente è capitato a tutti, di avere trascorso “una notte da leoni” come nel celebre film e di avere avuto a che fare con i conseguenti postumi post sbornia quali mal di testa, stanchezza, nausea e tanta tanta sete. Ad alcuni di noi capita raramente, magari in occasioni speciali, ad altri invece un po’ più […]

13Set 2019
Pirlo

Se vi trovate in quel di Brescia e avete l’irrefrenabile voglia di “farvi” un aperitivo, la parola d’ordine è Pirlo. Tranquilli, non è una parolaccia, ma il cocktail simbolo della città, un immancabile componente delle serate bresciane. Il nome Pirlo, non ha nulla a che vedere con il calciatore, tra l’altro bresciano, ma deriva dal […]

10Set 2019
birra

La birra è una bevanda dissetante, poco alcolica, composta dal 93% di acqua e prodotta con ingredienti naturali e sani quali malto, luppolo e lievito. Cosa c’è di meglio di una bella birra ghiacciata per dissetarsi, soprattutto in quelle torride giornate d’estate? Da oggi c’è ancora più gusto perché alcuni studi sostengono che faccia anche […]

06Set 2019
Acqua frizzante

Tutti i medici e nutrizionisti ci dicono di bere due litri di acqua al giorno, ma quale bere, quella frizzante o quella naturale? E soprattutto, l’acqua frizzante fa ingrassare? Fa male? Aiuta a digerire? È più dissetante? Cerchiamo di fare un pò di chiarezza. Innanzitutto l’acqua frizzante può essere effervescente naturale, quando l’anidride carbonica è […]

04Set 2019
Chef Robot

Di Robot Bartender ne abbiamo già parlato: nel 2016 hanno fatto la loro apparizione a bordo delle navi della flotta Royal Caribbean International. Nel 2018 a Torino è stata la volta del Robot Barman “Nino” il protagonista indiscusso dell’estate ai Murazzi. Poi, all’inizio del 2019, è arrivato Guido, un vero e proprio Robot Barman itinerante […]

02Set 2019
Birra interplanetaria

Birra interplanetaria, la Interplanetary Ale l’ultima frontiera della birra. La birra è sicuramente una delle bevande più consumate al mondo. Ne esistono tantissime tipologie e varietà, ognuna delle quali con le proprie caratteristiche. Le variabili sono molteplici, possono variare le tipologie e le quantità dei cereali utilizzati, i processi e le temperatura di tostatura, le […]

29Ago 2019
Noccioline

Quante volte in un bar, sorseggiando un cocktail durante l’aperitivo, abbiamo allungato le mani per afferrare e sgranocchiare qualche salatino, mandorle, arachidi, noccioline, pistacchi e olive? Gli stuzzichini sono ormai una componente indispensabile e imprescindibile dall’aperitivo e che si tratti o meno di una pratica studiata per aumentare la sete dei clienti, una cosa è […]

10Ago 2019
Sangria

La sangria è la bevanda spagnola per antonomasia, il cui nome deriva dal termine spagnolo “sangre” (“sangue”), dovuto al colore rosso rubino anche se esiste una Sangria meno “sanguigna”, chiamata Sangria Blanca a base di spumante o vino bianco molto diffusa in Catalogna. Una bevanda tipicamente estiva, rinfrescante a base di vino, spezie e frutta […]

09Ago 2019
Atomik

Atomik la vodka prodotta nella zona di esclusione di Chernobyl, il primo prodotto di consumo proveniente dall’area abbandonata attorno alla centrale nucleare danneggiata. “La nostra idea era di usare la segale per creare uno spirito”, dice il professor Jim Smith a capo di un team di ricercatori dell’Università inglese di Portsmouth, nel Regno Unito, che […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi