cocktail alcolici ai minori e normativa

Cocktail alcolici: sono entrate in vigore le nuove norme sulla somministrazione di alcolici e sono stati introdotti precisi limiti di orario ed età. E’ bene conoscerle, per responsabilità innanzitutto. Ed anche perchè le sanzioni possono essere davvero pesanti. Se poi sono coinvolti minori di 16 anni si rrischia addirittura l’arresto.

Cocktail alcolici e limiti di orari

Con l’entrata in vigore del Decreto Sicurezza sono numerose le novità che riguardano anche l’attività dei pubblici esercizi.

Con l’obiettivo di ridurre il più possibile gli incidenti stradali e ridurre il degrado urbano, è stato introdotto il divieto di somministrare o vendere alcolici dalle 3 di notte alle 6 del mattino. Si tratta di un divieto che coinvolge titolari e i gestori di pubblici esercizi, alberghi ed esercizi ricettivi, circoli privati,  (compresi gli esercizi ove si svolgono spettacoli o altre forme di intrattenimento e svago, musicali o danzanti).

Limiti di orari di vendita e somministrazione di alcolici

  • Pubblici esercizi: divieto di somministrazione e vendita di alcolici e superalcolici dalle 3 alle 6 (sanzione da 5.000 a 20.000 euro)
  • Circoli privati: divieto di somministrazione e vendita di alcolici e superalcolici dalle 3 alle 6
  • Distributori automatici: divieto di somministrazione e vendita di alcolici e superalcolici dalle 24 alle 7 (sanzione da 5.000 a 30.000 euro)
  • Spazi e aree pubblici: divieto di somministrazione e vendita di alcolici e superalcolici dalle 3 alle 6

Limiti di orari di vendita di alcolici

Per quanto riguarda la vendita ci sono disposizioni specifiche; ad esempio è vietata la vendita o la somministrazione di prodotto alcolici e superalcoolici nei:

  • Esercizi di vicinato (negozi): divieto di vendita di alcolici e superalcolici dalle 24 alle 6 (sanzione da 5.000 a 20.000 euro)
  • Aree di servizio sulle autostrade e superstrade: E’ sempre vietata la somministrazione di superalcolici. Inoltre, divieto di vendita per asporto di superalcolici dalle 22 alle 6 e divieto disomministrazione alcolici dalle 2 alle 6.

E’ anche stata introdotta la possibilità per il Sindaco di emanare ordinanze straordinarie in materia di orari di vendita, anche per asporto, e di somministrazione di bevande alcoliche e superalcoliche “in relazione all’urgente necessità di interventi volti a superare situazioni di grave incuria o degrado del territorio o di pregiudizio del decoro e della vivibilità urbana.”

I titolari e i gestori di pubblici esercizi che proseguano la propria attività oltre le ore 24, devono avere almeno un apparecchio di rilevazione del tasso alcolemico a disposizione dei clienti che desiderano verificare la propria idoneità alla guida.

I gestori devono esporre all’entrata, all’interno e all’uscita del locale, delle apposite tabelle alcolemiche predisposte dal ministero della Salute che riproducano:
a) la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica;
b) le quantità, in centimetri cubici, delle bevande alcoliche più comuni che determinano il superamento del tasso alcolemico per la guida in stato di ebbrezza, pari a 0,5 grammi per litro, anche sulla base del peso corporeo.
L’inosservanza delle disposizioni relative alle tabelle ed all’alcool test comporta, invece, una sanzione amministrativa da 300 a 1.200 euro.

Cosa dice la normativa sugli alcolici ai minorenni

E’ definitivamente confermato il divieto assoluto di somministrazione e vendita di alcolici ai minori di 18 anni. La normativa specifica anche che, chiunque vende bevande alcoliche, ha l’obbligo di verificare l’età dell’acquirente richiedendo un documento di identità. Possono andar bene:

  • carta di identità,
  • passaporto,
  • patente di guida o nautica,
  • tessere di riconoscimento con fotografia rilasciate da amministrazioni dello Stato. I

In mancanza di un documento di riconoscimento, la somministrazione di coctail alcolici non deve essere in nessun caso effettuata. Anche i distributori automatici devono essere equipaggiati di dispositivi per la lettura automatica dei documenti anagrafici con il limite di età. 

Ma non solo ai minorenni! E’ infatti assolutamente vietato somministrare o vendere alcolici o superalcolici ai minori di diciotto anni (articolo 689 del codice penale e leggi speciali) e a persone manifestamente inferme di mente od in situazioni di deficienza psichica, anche derivanti da stati di ubriachezza.

La violazione sussiste anche se la vendita o somministrazione di cocktail alcolici è fatta da incaricati come, ad esempio, un dipendente o un collaboratore.

Cocktail alcolici: sanzioni per la somministrazione ai minori

In caso di inosservanza, come si può constatare, le sanzioni sono molto pesanti. Le multe variano in base all’età del minore:

  1. Se ha meno di 16 anni la violazione è penale e la sanzione è:
    1. l’arresto fino a un anno,
    2. la perdita dei requisiti di onorabilità,
    3. la revoca della licenza o la sospensione dell’esercizio fino a un massimo di 2 anni (articolo 689 del Codice Penale).
    4. si può arrivare fino alla sospensione della licenza per l’esercizio commerciale;
  2. Quando invece il minore ha tra i 16 e i 18 anni, la sanzione sarà amministrativa e prevederà una multa che va dai 250 a 1.000 euro (articolo 14-ter della legge 30 marzo 2001 nr. 125). Qualora l’infrazione si verificasse più di una volta, scatterebbe la sospensione dell’attività per tre mesi.

ULTIME DAL BLOG

10Ago 2019
Sangria

La sangria è la bevanda spagnola per antonomasia, il cui nome deriva dal termine spagnolo “sangre” (“sangue”), dovuto al colore rosso rubino anche se esiste una Sangria meno “sanguigna”, chiamata Sangria Blanca a base di spumante o vino bianco molto diffusa in Catalogna. Una bevanda tipicamente estiva, rinfrescante a base di vino, spezie e frutta […]

09Ago 2019
Atomik

Atomik la vodka prodotta nella zona di esclusione di Chernobyl, il primo prodotto di consumo proveniente dall’area abbandonata attorno alla centrale nucleare danneggiata. “La nostra idea era di usare la segale per creare uno spirito”, dice il professor Jim Smith a capo di un team di ricercatori dell’Università inglese di Portsmouth, nel Regno Unito, che […]

07Ago 2019
Robot Barman

Robot Barman: fantascienza o realtà? I Robot sostituiranno i tradizionali baristi, barman e barlady in carne ossa dietro al bancone? Chi lo sa, ma sicuramente un po’ di inquietudine per il futuro la mettono. Nel 2016 i Robot Barman avevano fatto la loro apparizione a bordo delle navi della flotta Royal Caribbean International. B1-0 e […]

19Lug 2019
sex on the beach

Ricetta 4 cl | 1 1/4 oz vodka 2 cl | 3/4 oz Peach Schnapps o Peach Tree (liquore alla pesca) 6 cl | 2 oz succo d’arancia Top succo di cranberry Preparazione Versare la vodka, il Peach Schnapps o Peach Tree e il succo di arancia nello shaker. Aggiungere ghiaccio e shakerare per 8/10 […]

16Lug 2019
throwing

Il throwing è una tecnica di miscelazione che negli ultimi anni ha trovato larghi consensi tra i bartender di tutto il mondo, ma che ha origini molto antiche. Le popolazioni asiatiche la utilizzavano e la utilizzano ancora oggi per raffreddare il tè caldo. Anche in Spagna, questa tecnica era conosciuta ed utilizzata nel rituale del […]

12Lug 2019
boulevardier

Ricetta 1/3 | 3 cl | 1 oz bourbon whiskey 1/3 | 3 cl | 1 oz bitter Campari 1/3 | 3 cl | 1 oz vermouth rosso Guarnizione: scorza di aarancia Preparazione Versare tutti gli ingredienti nel mixing glass, precedentemente raffreddato. Aggiungere ghiaccio e mescolare per circa 10 secondi. Filtrare il contenuto del mixing […]

09Lug 2019
Varianti intriganti dello Spritz

Varianti intriganti dello Spritz Lo Spritz è senza dubbio il cocktail aperitivo italiano per antonomasia, facile da preparare e facile da bere. Si versano all’interno del calice da vino pieno di ghiaccio , Aperol o Campari , prosecco, una spruzzata di acqua gassata e il gioco è fatto!  Il nome Spritz, di origine austriaca, deriva infatti dal verbo “spritzen” che […]

05Lug 2019
Jim Beam

Jim Beam: in fiamme 45.000 barili di bourbon! Negli Stati Uniti e più precisamente a Versailles, nel Kentucky, un incendio ha distrutto un enorme magazzino di Jim Beam, mandando in fiamme 45.000 barili di bourbon. L’incendio è scoppiato intorno alle 23:30 locali di martedì 2 luglio. Chi o cosa possa aver provocato l’incendio è ancora […]

02Lug 2019
Sazerac

SAZERAC Ricetta 1 ¾ oz | 5 cl | Cognac ¾ oz | 2 cl | Assenzio 1 | Zolletta di zucchero 1 dashes | Peychaud’s Bitters Preparazione Riempire un tumbler basso di ghiaccio. In un mixing glass mettere la zolletta di zucchero bagnata di Peychaud’s Bitters, il Cognac e sciogliere tutto con il pestello. […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi