Buchette del vino a Firenze

Buchette del vino: cosa sono le antiche finestrelle che stanno tornando di moda in Toscana?

Forse non tutti sanno che a Firenze, sulle mura di parecchi palazzi del centro storico, esistono alcune curiose aperture di piccole dimensioni usate per la vendita del vino direttamente in strada e sono appunto chiamate le buchette del vino.

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo

Corso Professionale Certificato. Attestato Riconosciuto. Scuola Accreditata dalla Regione Lazio. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.

Le buchette del vino a Firenze

Corsi e ricorsi storici, nate nell’epoca in cui si era diffusa la peste sono state riportate in voga le buchette del vino a Fiorenze. In tempi di distanziamento sociale e misure di contenimento anti coronavirus, gli esercenti hanno deciso di fare un tuffo nel passato e riportare in vita le cosiddette “buchette del vino” restituendo loro l’originaria funzione per le quali erano nate nei lontani anni della peste: servire i clienti senza entrare in contatto con loro.

In via Santo Spirito, a Firenze, è finalmente stata riaperta una delle 170 storiche “buchette del vino”. Finestre antiche legate a una tradizione della città risalente addirittura al Cinquecento. Ecco la loro storia…

L’antica storia delle buchette del vino

Passeggiando nel capoluogo toscano vi sarà capitato di notare piccole finestrine ad altezza strada sulle pareti dei più antichi palazzi cittadini.

Forse non tutti le hanno notate prima d’ora ma si trovano in molti palazzi signorili di Firenze, aperte a circa un metro dal suolo. Sono delle minuscole porticine, gli amanti del fantasy potrebbero pensare che si tratti di porte a misura di hobbit ma non è proprio così. Quel che è certo è che ormai paiono non servire più a nessuno, sono infatti sempre chiuse, a volte addirittura murate o nascoste dalle recenti ristrutturazioni dei palazzi.

Le buchette del vino sono invece un astuto espediente architettonico adottato nel corso del Seicento nel Granducato di Toscana per mettere in atto il commercio a distanza. Erano gli anni della terribile epidemia di peste, che tra il 1629 e il 1633 falcidiò l’Italia e l’Europa intera. Così, per far fronte alla crisi legata all’epidemia i vinai cittadini, per poter continuare a vendere senza rischiare di contagiarsi, escogitarono la vendita dei loro prodotti tramite “sportelli” ricavati sulle pareti a bordo strada delle botteghe.

Presero presto piede e divennero piuttosto famose. Col tempo sono state chiamate in tanti altri modi: tabernacoli, finestrini o finestrelle ma, quel che conta, è sapere che ci si trovava il vino!

Le grandi famiglie del Cinquecento erano solite vendere da queste finestrelle bicchieri, o persino fiaschetti, di vino in cambio di monete.

Ogni famiglia abbastanza ricca da avere delle tenute, soprattutto sulle strade maestre, utilizzava le buchette del vino per vendere il vino prodotto nelle loro tenute ai viandanti. Era anche un’attività conveniente se si considera che, essendo considerata come ‘produzione familiare’, la vendita era esentasse.

Buchette del vino: non solo per il vino!

Le buchette non erano ad esclusivo appannaggio dei ricchi ma erano pensate per tutti, anzi, a beneficiarne erano soprattutto per i più poveri.

Perché? Perché da queste finestrelle, oltre a vendere il vino ai viandanti, venivano offerte anche eccedenze alimentari.

Al giorno d’oggi se ne contano ancora 170, di cui 145 nel centro storico. Ma sono tutte chiuse! Tutte chiuse fino a poco tempo fa…

A maggio, durante il lockdown, la gelateria Vivoli in pieno centro a Firenze ha la splendida idea di aprire la sua buchetta e servire caffè, bibite e gelati in piena modalità anti-contagio: un successo immediato! L’idea è stata ripresa da altri tre esercizi:

  • Babae in via Santo Spirito,
  • Osteria delle Brache in piazza Peruzzi,
  • Il Latini in via dei Palchetti.

Per ora ci si limita a queste tre, ma chissà che la moda non prenda di nuovo piede…

Corso Barman Certificato | Scuola Accreditata Regione Lazio

Corso Barman & Barlady Professionale. Attestato Riconosciuto per Lavorare in Tutto il Mondo. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.

ULTIME DAL BLOG

Buchette del vino a Firenze

Buchette del vino: cosa sono le antiche finestrelle che stanno tornando di moda in Toscana? Forse non tutti sanno che a Firenze, sulle mura di parecchi palazzi del centro storico, esistono alcune curiose aperture di piccole dimensioni usate per la vendita del vino direttamente in strada e sono appunto chiamate le buchette del vino. Diventa un Bartender Professionista […]

Burger king chiede la Stella Michelin

Burger King chiede una stella Michelin… Sembra una favola ma è realtà. In fondo siamo tutti portati a tifare per chi parte dal basso ed arriva a toccare le stelle. Per l’eroe un po’ umile e dimesso che invece riesce a dare prova del proprio valore. A rendere il sogno più reale del vero, a […]

Don Geppi Restourant

Don Geppi: recensione del ristorante eletto cocktail bar dell’anno. Il ristorante stella Michelin Don Geppi a Sant’Agnello, in Costiera Sorrentina, riconferma la sua eccellenza venendo eletto cocktail bar dell’anno. Don Geppi è il ristorante Gourmet dell’Hotel Majestic Palace Cerchi Lavoro? Diventa un Barman Professionista Scuola Accreditata dalla Regione Lazio. Corso Barman & Barlady Certificato. Attestato […]

James Bond Martini

James Bond, tra romanzi e film, è diventato un’icona della mixology. Dal primo film, Licenza di uccidere del 1962 fino al tanto atteso No Time To Die i cocktail (ma anche la birra e lo champagne) hanno sempre un ruolo da coprotagonisti. L’uscita di No Time To Die, il nuovo film di James Bond, è […]

Nespresso Vertuo

Nespresso Vertuo, il nuovo sistema che ti fa fare a casa il caffè come al bar. Nespresso ha infatti deciso di rivoluzionare il suo celebre sistema per il caffé a capsule tanto amato in italia nonostante la grande tradizione del caffè al bar. Nespresso Vertuo Vertuo è il nome assegnato dall’azienda svizzera al suo nuovo […]

world vermouth award

World Vermouth Awards premia riserva Carlo Alberto White di Compagnia dei Caraibi. Compagnia dei Caraibi, azienda piemontese che importa e distribuisce distillati di alta qualità da tutto il mondo, aggiunge un importante riconoscimento al novero dei suoi brand premiati. Riserva Carlo Alberto White, una delle referenze ultra premium di Compagnia dei Caraibi ha infatti ottenuto un’oro […]

birra 6 errori da evitare

Birra: 6 errori che non sai di commettere quando la bevi. Chi non ama la birra? Rinfresca le estati più torride, è la perfetta compagna della classica pizza tra amici, suggella confidenze al bar… Nonostante siano in molti a consumare regolarmente birra spesso si commettono piccoli errori involontari che arrivano comunque a comprometterne e ridurre la sua qualità.  Corso […]

cocktail, origine dei nomi

I cocktail più famosi al mondo hanno nomi esotici, vocativi, misteriosi… Spesso la loro origine è incerta ma è altrettanto vero che l’aura di mistero che li circonda contribuisce ad incrementarne il fascino. Scopriamo insieme l’origine dei nomi di alcuni dei cocktail più famosi al mondo. Lavorare Viaggiando o Viaggiare Lavorando? Diventa un Bartender Professionista […]

Winelivery

Winelivery è una start up nata da un’esigenza: non restare mai senza la possibilità di fare un bel brindisi. Non a caso l’idea è nata da tre ragazzi che, in una serata tra amici, si sono ritrovati senza neanche una bottiglia da stappare. Ecco perché ora puntano tutto sul trasporto veloce e gratuito, oltre che […]

Inviaci una mail
+39 06 66410497
WhatsApp +39 339 2123387
WhatsApp Chat
Orari di Ufficio: 09.00 - 13.30
Invia via WhatsApp

Contact Form