fbpx
Bacardi contro Havana Club

Bacardi contro Havana Club: la disputa sul marchio divenuto leggenda. C’era una volta una storia che iniziò con il lieto fine: un brindisi per suggellare un bel momento e fece sperare nel ‘vissero tutti felici e contenti’, magari perché un po’ brilli.

Tutto ebbe inizio nel 1993, quando Fidel Castro in persona fece un brindisi “Lunga vita all’alleanza con i lavoratori agricoli e lunga vita all’amicizia con…

Lavorare Viaggiando o Viaggiare Lavorando?

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo! Corsi Barman & Barlady Certificati. Attestato Riconosciuto. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.

Ma, la storia ce lo ha insegnato, il lieto fine non dura mai a lungo e prima o poi succede sempre qualcosa che da il via ad un sequel altrettanto coinvolgente. Ecco dunque che il nostro storico brindisi diventa il pretesto per una nuova storia decisamente turbolenta e combattuta.

Gli appassionati del settore l’hanno già soprannominata la guerra del rum e la seguono con passione dal 1960, quando il governo rivoluzionario cubano nazionalizzò le fabbriche Bacardi a Cuba.

Dall’avvio della joint venture tra il produttore Absolut Pernod Ricard e la Corporación Cuba Ron di proprietà statale, le vendite dell’Havana Club sono aumentate da 300.000 casse da nove litri ciascuna a 4,6 milioni nell’anno solare del 2018.

La guerra tra Bacardi e Pernod Ricard

La guerra del Rum vede la Bacardi da una lato e la Pernod Ricard (con il governo cubano) dall’altro. Entrambe le società si sono infatti contese per anni la possibilità di usare il marchio Havana Club negli Stati Uniti; entrambe vendono rum sotto il nome di Havana club: la Pernod fuori dagli Usa e la Bacardi dentro. Ma è solo negli ultimi anni ha preso la sua forma attuale e le due aziende sono passate a fronteggiarsi nelle aule dei tribunali.

Tutto iniziò negli anni ’70, quando il governo cubano iniziò a esportare rum con il nome di Havana Club senza la collaborazione della famiglia Arechabala , che detiene il marchio originale di Havana Club.

A complicare le cose c’è da riportare che, nel 1973 la famiglia Arechabala lasciò scadere il marchio dato che non veniva usato attivamente nel settore del rum.

Nel 1976 ne approfitta il governo cubano che registrò il marchio Havana Club negli Stati Uniti, nonostante non potesse comunque vendere il suo rum a causa dell’embargo statunitense.

Nel 1994 la famiglia Arechabala stringe un’alleanza con Bacardi e finisce per vendergli le ricette e il marchio Havana Club.

Ma, a questo punto, chi possiede esattamente il marchio Havana Club? La battaglia ha inizio!

La Bacardi sostiene che la famiglia Arechabala era la proprietaria legale e che il governo cubano se ne era appropriata illegalmente. Il governo cubano e Pernod Ricard sostengono che la famiglia Arechabala abbandonò il marchio quando non lo rinnovò nel 1973.

La Pernod perde la causa contro la Bacardi sull’Havana Club

Le due aziende hanno lavorato, e guadagnato, sopportandosi in modo relativamente pacifico fino al 2016, quando Bacardi ha deciso di aumentare la distribuzione dei suoi rum chiamati Havana Club realizzati in Portorico, innescando una nuova ondata di azioni legali.

Come si è conclusa la guerra?

Un giudice Usa ha respinto l’istanza della Pernod Ricard che chiedeva di proibire alla rivale Bacardi la vendita in America di rum sotto il nome di “Havana club”. Ha vinto dunque la Bacardi. La Corte Suprema Usa ha posto fine alla disputa negando alla compagnia Cubaexport la possibilità di difendere il suo diritto di iscrizione del marchio negli Stati Uniti.

Quindi solo negli Stati Uniti si continuerà a vendere un rum prodotto a Porto Rico dalla Bacardi con il marchio Havana Club. Mentre nel resto del mondo con il marchio Havana Club si vende un rum prodotto a Cuba e distribuito dalla multinazionale francese Pernod Ricard

La Pernod è però pronta a ricorrere in appello, per invertire il verdetto del giudice Sue Robinson di Wilmington, nel Delaware, che segna l’ennesimo passaggio della disputa legale sul marchio che dura ormai da 13 anni.

Lavorare Viaggiando o Viaggiare Lavorando?

Diventa un Bartender Professionista e Lavori in Tutto il Mondo! Corsi Barman & Barlady Certificati. Attestato Riconosciuto. Iscriviti Subito e Risparmi 200€.

ULTIME DAL BLOG

10Lug 2020
Gin

Il Gin, l’indiscusso re dei white spirits, è stato inserito tra le tendenze del beverage 2020! Secondo Drinks International infatti il gin è ancora il distillato più venduto al mondo, seguito da rum, American whisky, e tequila. Gin Il Gin è una bevanda alcolica ottenuta dalla distillazione di un fermentato ricavato solitamente da cereali (ma anche da vino, mela o […]

07Lug 2020
Ready ti drink

Ready To Drink: i cocktail già pronti in bottiglia sono di moda! Quali sono i cocktail più in voga per l’estate? Sicuramente la nuova moda sono quelli già pronti e imbottigliati. Buoni, preparati con ricette rigorose e pronti all’uso. Si chiamano Ready To Drink e stanno spopolando! La ricetta è semplice e di sicuro successo: […]

03Lug 2020
Jerry Thomas Project speakeasy bar a Roma

Jerry Thomas Project è lo speakeasy per eccellenza. Un locale romano nato come bar segreto, ma che poi ha deciso di rendere pubblico il proprio indirizzo. Resta comunque un circolo-speakeasy e potrai accedervi sono su prenotazione (il consiglio è quello di chiamare qualche giorno prima). Il progetto nasce nell’autunno 2009 da un’idea di Antonio Parlapiano, Roberto Artusio […]

30Giu 2020
prosecco doc rosè

Prosecco DOC rosé: è stato approvato e sta per arrivare! Tutti lo vogliono da tempo e lo chiedono a gran voce. Un’indagine realizzata da Wine Monitor di Nomisma e presentata all’edizione 2019 di Vinitaly (all’indomani dell’annuncio dell’intenzione dei produttori di avviare l’iter per inserire la versione rosé del Prosecco) fece emergere una grande richiesta di […]

26Giu 2020
Nocino di San Giovanni

Il “Nocino”, tradizionale liquore preparato con le noci raccolte durante la notte di san Giovanni, racchiude in sé un mistero che si tramanda ormai da centinaia di migliaia di anni di storia… Ma cosa c’entra San Giovanni Battista (festeggiato il 24 giugno) con il nocino? Perché questo liquore legato da un filo indissolubile alla tradizione […]

23Giu 2020
fitness tra le vigne

Fitness tra le vigne della Franciacorta con un personal wine trainer. E’ la grande novità del momento e permette di coniugare la forma fisica alla passione per la natura e, perché, no un buon bicchiere di vino. Siamo in Franciacorta e, ad aiutarti a rimanere in forma, arriva il ‘personal wine trainer”! Possiamo proprio definirla […]

19Giu 2020
i liquori più alcolici

Liquori più forti al mondo: scopri la classifica con i primi 10. Sai quali sono i liquori più alcolici al mondo? Premesso che la ricerca di produrre liquori molto forti è un po’ una tendenza degli ultimi anni, ecco quali sono i più forti che potrete trovare in commercio. I liquori più alcolici al mondo […]

16Giu 2020
wine resort

Wine Resort: i migliori hotel tra le vigne italiane. Sempre più italiani, ma non solo, amano le vacanze che riescono a coniugare cultura, relax e amore per la tavola. Una passione che include sia il buon cibo che il ricercato gusto per il bere. Cavalcando questo trend positivo, sono moltissime le aziende vinicole che hanno aperto le […]

12Giu 2020
caffè nuvola

Per gli amanti del caffè è molto più di una semplice bevanda, è un rito. Un momento di degustazione del momento, e non solo della bevanda. Si può assaporare in mille varianti diverse: ristretto, lungo, macchiato, decaffeinato… Spesso di fretta prima di correre al lavoro, altre volte diventa un modo per staccare del mondo e […]

Inviaci una mail
+39 06 66410497
WhatsApp +39 339 2123387
WhatsApp Chat
Orari di Ufficio: 09.00 - 13.30
Invia via WhatsApp

Contact Form