4 errori da evitare quando decidi di aprire un bar

4 errori da evitare se decidi di aprire un bar. 4 punti spesso trascurati perché considerati di secondaria importanza ma che possono davvero fare la differenza tra una gestione di successo ed una fallimentare.

Se dopo aver frequentato un corso caffetteria od un corso barman hai deciso di aprire un bar, ti sarai sicuramente informato su tutti i passaggi burocratici da assolvere. E’ sicuramente un buon inizio e ti consentirà di partire col piede giusto senza incorrere in intoppi legati a permessi o documentazioni varie. Ma non basta! Vuoi aprire un bar di successo? Cerchi la formula giusta per trovare prima e fidelizzare poi la tua clientela? Ecco ci 4 errori da evitare se decidi di aprire un bar.

4 errori da evitare se decidi di aprire un bar

Mettiamo il foscus sui particolari e cerchiamo di capire cosa esattamente bisogna evitare per riuscire a far sopravvivere nel tempo la tua attività:

Non curare il concept

Per concept si intende proprio l’identità del tuo bar. L’anima non è solo quella del commercio! Quando apri un bar devi necessariamente riuscire ad infondergli dei tratti distintivi che gli permettano di avere una sua identità precisa e riconoscibile. I clienti dovranno ricordare il tuo bar e desiderare di tornarci per un preciso motivo.
Per poterlo fare cerca, come prima cosa, di identificare il target a cui ti rivolgerai. Quello che vuoi aprire è un bar da colazioni, un cocktail bar, una sala da tè o un pub? Ricorda sempre che il tutto deve anche allinearsi con la location: un locale posizionato di fronte ad una scuola o ad uffici avrà molti più clienti se offrirà colazioni golose o pranzi veloci.

Scarsi investimenti nella pubblicità

Ogni attività commerciale necessita di un minimo di pubblicità. E’ necessaria sia per farsi conoscere ed attirare la clientela, sia per dimostrarsi attivi e sempre aggiornati su mode, iniziative e tendenze. I ipi di pubbblicità possono essere molto diversi tra loro e non per forza di cose richiedono grossi investimenti:

  • Pubblicità tradizionale con volantini o su radio o TV locali
  • Serate a tema o eventi particolari
  • Facebook o Instagram, che consentono di raggiungere molte persone a costo zero. Sfruttare i social richiede poco sforzo e da un grosso ritorno. Consigliatissimi i video, che vengono visualizzati molto spesso.

Non prestare attenzione al personale

Anche la colazione più buona al mondo, se servita in modo frettoloso o scortese, verrà giudicata pessima ed allontanerà la clientela. Il cliente non ha sempre ragione ma va comunque coccolato. Bisogna istruire a dovere il personale affinché sia sempre disponibile senza essere invadente. Lo staff va formato, monitorato ed anche adeguatamente ricompensato. E’ un lavoro che può logorare la pazienza e va fatto con la giusta motivazione.

Scarsa cura nei particolari

Pulizia, qualità delle materia prime utilizzate, tecnologia messa a disposizione dei clienti (indispensabile il free Wifi) … Ma anche cura nella presentazione e, perchè no, qualche piccola coccola per il cliente. Da non trascurare l’attenzione per le nuove esigenze della clientela come bevande o cibi per vegani, per chi è a dieta o per chi soffre di intolleranze alimentari. Tutto contribuisce a rendere unico un locale che altrimenti risulterebbe banale e standardizzato.

Tutti questi 4 punti si potrebbero riassumere nell’infinità passione che diventa indispensabile a chiunque pensi di aprire un locale. L’investimento in denaro sarà cospicuo ma quello emotivo lo supererà di gran lunga. Anche se, a dire il vero, sarà proprio quello in grado di fare la differenza.

4 errori da evitare quando decidi di aprire un bar

ULTIME DAL BLOG

24Mag 2019
Jägermeister Slayer

Jägermeister Slayer la limited edition per celebrare l’ultimo tour della band statunitense. Jägermeister lancia una bottiglia in edizione limitata in onore degli Slayer per il loro ultimo tour e della loro prossima esibizione al Download Festival UK, il 16 giugno. Il liquore amaro tedesco, nasce dall’infusione di 56 varietà di pregiate erbe, radici, frutti e […]

20Mag 2019
quanti caffè devi bere in un solo giorno per morire

Quando si pronuncia la parola caffè, viene in mente subito l’Italia perchè è prorpio in Italia che il caffè, con l’espresso, ha trovato la sua massima e migliore espressione. Noi italiani siamo, da sempre, grandi consumatori di caffè, ma a quanto pare l’Italia non è il paese dove si beve più caffè nel mondo. Ecco […]

17Mag 2019
long island ice tea

Il Long Island Ice Tea era molto di moda nell’America degli anni 90 in piena epoca Grunge, soprattutto tra gli adolescenti, che grazie al colore simile a quello del da tè freddo, riuscivano ed eludere il divieto di bere bevande alcoliche. Ricetta ½ oz | 1,5 cl | Vodka ½ oz | 1,5 cl | […]

14Mag 2019
gin tonic

Bere Gin Tonic può aiutarti a bruciare calorie: alcuni studi lo dimostrano E chi l’avrebbe mai detto! Sembra incredibile dal momento che stiamo parlando di Gin Tonic e quindi di una bevanda alcolica, ma secondo gli scienziati gli effetti del gin sono ottimi per il metabolismo, naturalmente, se usato con cautela, senza abusarne. L’esperimento è […]

11Mag 2019
Spritz

Lo Spritz è senza dubbio il cocktail aperitivo italiano più amato, tuttavia le origini di questo cocktail sono piuttosto incerte. Alcuni affermano che risalga agli anni precedenti l’Unità d’Italia per opera dei soldati austriaci nel Triveneto, altri sostengono  che sia nato intorno al 1917 nelle zone intorno al Piave durante la Prima Guerra Mondiale. Il nome […]

06Mag 2019
cocktail aperitivi

Cocktail aperitivi, quali sono i più richiesti? L’aperitivo è un momento magico, irrinunciabile, da condividere con gli amici in qualsiasi stagione o periodo dell’anno. Bicchiere in mano, appetizer e tartine sorseggiando il drink preferito. Ma quali sono i cocktail aperitivi più richiesti? Scopriamolo! Lo Spritz è sicuramente un must per tutti gli amanti dei cocktail […]

02Mag 2019
bicchiere da birra

Bicchieri da birra: come scegliere i bicchieri adatti per la birra artigianale La birra è una bevanda alcolica ottenuta dalla fermentazione di mosto a base di malto d’orzo, aromatizzata e amaricata con luppolo. Rientra sicuramente tra le bevande alcoliche più antiche e diffuse al mondo con tradizioni, regole di produzione, e di servizio, ben consolidate. Analizzando il mercato dell’Unione Europea scopriamo che sono attivi 8.490 […]

29Apr 2019
caffè, tutti i benefici

Il caffè è una bevanda ottenuta dalla macinazione dei semi di alcune specie di piccoli alberi tropicali appartenenti al genere Coffea, parte della famiglia botanica delle Rubiacee, un gruppo di angiosperme che comprende oltre 600 generi e 13.500 specie. Qahwa nella lingua araba significa ‘eccitante’. Il nome venne scelto dai mercanti che, intorno all’anno mille, riportarono dall’Africa i preziosi chicchi. In turco venne chiamato kahve e diventò il caffè commerciato dai mercanti veneziani all’inizio del 17° secolo […]

25Apr 2019
club derriere Roma

Club Derrière a Roma presenta una nuova Cocktail list. La recente moda degli speakaesy bar trova uno dei suoi migliori esempi a Roma, al Club Derrière. Il locale è ben nascosto, proprio come si faceva in epoca del proibizionismo. Nonostante questo è però, come era prevedibile, sulla bocca di tutti. Si trova nascosto tra Piazza Navona e […]

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Scroll Up

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi